Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 06:21
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » News

Ricordando la strage di Capaci

Immagine di copertina

Il 23 maggio 1992 un ordigno esplodeva lungo l'autostrada A29 all'altezza di Capaci, in Sicilia, uccidendo il giudice Giovanni Falcone, la moglie e la scorta

Il 23 maggio 1992 una bomba esplose lungo l’autostrada A29 presso lo svincolo di Capaci, in Sicilia, uccidendo il giudice antimafia Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo e i tre agenti di scorta Vito Schifani, Rocco Dicillo e Antonio Montinaro.

L’attentato fu messo in atto dopo che il 30 gennaio 1992 si era concluso il maxiprocesso di Palermo con numerosi ergastoli verso diversi boss mafiosi.

In seguito a questo episodio, la fafia, guidata dal boss Salvatore Riina, iniziò una strategia particolarmente violenta, insolita per l’organizzazione, quella che viene definita generalmente stagione delle bombe.

Dopo che nel marzo 1992 fu ucciso il politico democristiano siciliano Salvo Lima, il 23 maggio 1992 la prima bomba della mafia esplose, con l’obiettivo di uccidere Giovanni Falcone.

Il giudice era stato parte del pool antimafia, la squadra di magistrati costituita con l’obbiettivo di combattere Cosa Nostra, e in quel periodo Falcone, insieme al collega Paolo Borsellino, era considerato uno dei massimi esponenti della lotta alla mafia.

Falcone morì nell’attentato di Capaci, e il 19 luglio 1992 anche Borsellino fu ucciso da Cosa Nostra, nella strage di via D’Amelio a Palermo. Per entrambe le stragi furono condannati diversi boss mafiosi.

 

Ti potrebbe interessare
Esteri / Bernie Madoff e lo schema Ponzi: muore a 82 anni il più grande truffatore della storia americana
News / L’italiana Alessandra Galloni sarà la prima donna a dirigere l’agenzia Reuters in 170 anni di storia
Economia / I giovani lanciano gli Stati Generazionali: “Diamo voce a chi voce non ha”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Bernie Madoff e lo schema Ponzi: muore a 82 anni il più grande truffatore della storia americana
News / L’italiana Alessandra Galloni sarà la prima donna a dirigere l’agenzia Reuters in 170 anni di storia
Economia / I giovani lanciano gli Stati Generazionali: “Diamo voce a chi voce non ha”
News / In difesa dello “stupratore razzista Montanelli” (di Luca Telese)
News / Dillo con una poesia: oggi è la Giornata Mondiale della Poesia e questi versi vi faranno bene all’anima
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI