Covid ultime 24h
casi +29.003
deceduti +822
tamponi +232.711
terapie intensive -2

Ha violentato per anni aspiranti attrici organizzando finti provini: arrestato il regista 

Di Marco Nepi
Pubblicato il 12 Mar. 2019 alle 18:48 Aggiornato il 12 Mar. 2019 alle 18:53
0
Immagine di copertina
Crediti: Facebook

REGISTA ARRESTATO PER ABUSO SU ATTRICI –  Le adescava con finti provini, chiedeva loro di simulare una scena di stupro e poi dalla finzione si passava alla macabra realtà.

Pino Flamini, detto il “Maestro”, è il regista accusato di violenza sessuale aggravata e continuata nei confronti di cinque ragazze, tre delle quali erano minorenni all’epoca dei fatti.

Il regista è stato arrestato dai carabinieri della Compagnia San Pietro (Roma) dopo mesi d’indagini, anche se la storia è iniziata nel 2011. I carabinieri, coordinati dal procuratore aggiunto Maria Monteleone, hanno emesso un’ordinanza di custodia cautelare andando a contestare episodi di violenza avvenuti tra il 2011 e il 2018, riguardo “un ipotetico film mai realizzato”.

A confermare la sua colpevolezza è stato l’hard disk contenente immagini che i carabinieri hanno utilizzato per risalire all’identità delle ragazze: da queste hanno poi ottenuto una testimonianza dei fatti.

Regista arrestato per abuso su attrici | Tutto ebbe inizio nel 2011

I provini erano soliti svolgersi in un seminterrato degli studi dell’Accademia di recitazione – zona Aurelia – di cui Pino Flamini è presidente.

Negli annunci per i finti provini si leggeva: “Età tra i 18 e i 22 anni, di bellissima presenza e non troppo alte”. Era così che il “maestro” adescava le aspiranti attrici, ingannate con finte promesse (come la partecipazione a film e programmi di successo, anche per la Rai) e piazzate su un divano davanti a una telecamera.

Me Too: il significato del movimento femminista contro le molestie sessuali

Sono decine i video registrati durante i finti casting che poi sono stati ritrovati dagli inquirenti durante le indagini. Pino Flamini approcciava le ragazze con complimenti e false promesse per poi passare alla violenza, testimoniata in quei video che l’hanno poi portato agli arresti domiciliari.

A denunciare il regista sono stati due suoi ex collaboratori.

A 69 anni, Pino Flamini ha una carriera di musicista alle spalle iniziata negli anni ’80. Il web tiene traccia di alcune scene e video di backstage tratti dai suoi film come “Là nel castello“, “Petali di rosa”, “Ragazze d’oggi” e “Io vivo a Tor Bella Monaca”, accompagnati da altri video riguardo sfilate e concorsi di bellezza.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.