Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 15:27
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » News

I giovani non chiedono il reddito di cittadinanza

Immagine di copertina

Le domande presentare fino a ora per il reddito di cittadinanza sono molte meno di quelle previste. Secondo i dati del Sole 24 Ore, basati sulle sole domande pervenute ai Caf dal 6 al 15 marzo, oltre la metà dei richiedenti sono di regioni del Sud (il 55 per cento), il 23 per cento del Nord e il 21,4 per cento dal Centro Italia.

L’analisi del quotidiano economico è stata fatta su 63.814 domande.

Il numero totale delle domande presentate a oggi è 293.062, di cui 140mila ai Caf. È difficile che entro fine marzo si raggiunga il numero di 1,3 milioni di famiglie aventi diritto, come aveva previsto il presidente dell’Inps, Pasquale Tridico.

Un dato forte che emerge dall’analisi delle domande presentate ai Caf, è quello dell’età dei richiedenti: solo il 6,7 sono giovani sotto i 30 anni.

L’82,5 per cento dei richiedenti sono persone tra i 30 e i 67 anni, mentre solo il 10 per cento sono over 67.

Il 15 per cento dei richiedenti sono invece cittadini stranieri. Di questi, 585 sono cittadini romeni, 514 marocchini e 327 provengono dall’Albania e a seguire le altre nazionalità.

Intanto c’è da precisare che alcune domande presentate debbano essere integrate o aggiornate in seguito alle modifiche al decretone subite in commissione alla Camera. Tra questi vi sono i cittadini stranieri extra Ue, che dovranno integrare la domanda con una ulteriore certificazione della situazione economica rilasciata dal proprio paese di origine.

Secondo i dati ufficiali forniti dal ministero del Lavoro la Campania è la regione che ha presentato più domande in assoluto: oltre 20mila.

Il decreto del reddito di cittadinanza prevede che gli over 26 possano essere considerati un nucleo familiare a sé se non vivono più con i genitori, anche se sono ancora a loro carico. Eppure, nonostante questo, sono pochi gli under 30 che hanno chiesto il sussidio.

Paolo Conti, direttore del Caf Acli, ha detto al Sole 24 ore che “gli under 30 risulteranno più spesso inseriti nel nucleo familiare dei genitori, e quelli che fanno nucleo a sé hanno già probabilmente una fonte di reddito e quindi non presentano la domanda”.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Bernie Madoff e lo schema Ponzi: muore a 82 anni il più grande truffatore della storia americana
News / L’italiana Alessandra Galloni sarà la prima donna a dirigere l’agenzia Reuters in 170 anni di storia
Economia / I giovani lanciano gli Stati Generazionali: “Diamo voce a chi voce non ha”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Bernie Madoff e lo schema Ponzi: muore a 82 anni il più grande truffatore della storia americana
News / L’italiana Alessandra Galloni sarà la prima donna a dirigere l’agenzia Reuters in 170 anni di storia
Economia / I giovani lanciano gli Stati Generazionali: “Diamo voce a chi voce non ha”
News / In difesa dello “stupratore razzista Montanelli” (di Luca Telese)
News / Dillo con una poesia: oggi è la Giornata Mondiale della Poesia e questi versi vi faranno bene all’anima
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI