Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 08:50
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » News

Primarie Pd, scoppia il caso: ecco il seggio dove i voti sono più dei votanti

Immagine di copertina

Possiamo definirlo il “caso Luzzi”. Il risultato delle primarie del Partito Democratico nel piccolo comune della provincia di Cosenza è finito sotto la lente d’ingrandimento.

Il motivo: il numero dei votanti, domenica 3 marzo, è stato di 269. Ma le schede valide per il conteggio finale sono state 368.

Numeri riportati nero su bianco sul verbale relativo alle votazioni per le primarie. Ed è basandosi su questi numeri che Michele Dima, componente della direzione provinciale Pd Cosenza, chiede l’annullamento della votazione del seggio e il commissariamento della sezione locale del partito.

Continua sotto la foto

“Poi ci chiediamo il perché dal 45% siamo scesi non so dove”, lo sfogo a TPI dell’esponente dem. “Poi ci chiediamo il perché sia così difficile invitare amici e parenti a votare alle primarie. Poi ci chiediamo il perché la gente crede alle fake news!”.

Dima attacca i vertici provinciali del Pd, tanto da chiedere il commissariamento della sezione locale.

“Il perché” delle sue domande retoriche “è semplice e la risposta è palese, perché voi ed i vostri padroni avete stancato tutto e tutti, e con il vostro atteggiamento state solo distruggendo quel poco di democrazia che forse ci faceva bene! Un partito così non lo vogliamo più”.

Anche i Giovani democratici di Luzzi, come riportano diversi media locali, sono insorti: quella avvenuta domenica “è una brutta pagina di democrazia”, denuncia il segretario locale Mattia Lupinacci.

“Alla chiusura del seggio, così come riportavano i registri di sezione, si erano recati alle urne 269 cittadini. Con nostra grande sorpresa a fine scrutinio sono magicamente comparse 99 schede in più rispetto ai reali votanti della sezione”.

Così, come promesso, nella mattinata di martedì 5 aprile Michele Dima – come si vede dal documento qui sotto – ha chiesto formalmente al segretario Luigi Guglielmelli (“e, per conoscenza, al Commissario Regionale Pd Calabria, Stefano Esposito”) di “invalidare il seggio” e di “commissariare la sezione di Luzzi”.

Continua sotto la foto

“Dopo un attentato del genere alla democrazia da parte dei signori del Pd”, denuncia Dima, “penso sia doveroso da parte di chi crede nella politica, chiedere formalmente che si ristabiliscano le regole democratiche”.

Al centro, l’immagine del nuovo corso del Pd: “Stiamo cercando senza sosta di passare dalle parole ai fatti, è proprio così che vogliamo riconquistare la fiducia dei cittadini, che ormai non credono più nella politica”.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Bernie Madoff e lo schema Ponzi: muore a 82 anni il più grande truffatore della storia americana
News / L’italiana Alessandra Galloni sarà la prima donna a dirigere l’agenzia Reuters in 170 anni di storia
Economia / I giovani lanciano gli Stati Generazionali: “Diamo voce a chi voce non ha”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Bernie Madoff e lo schema Ponzi: muore a 82 anni il più grande truffatore della storia americana
News / L’italiana Alessandra Galloni sarà la prima donna a dirigere l’agenzia Reuters in 170 anni di storia
Economia / I giovani lanciano gli Stati Generazionali: “Diamo voce a chi voce non ha”
News / In difesa dello “stupratore razzista Montanelli” (di Luca Telese)
News / Dillo con una poesia: oggi è la Giornata Mondiale della Poesia e questi versi vi faranno bene all’anima
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI