Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 07:32
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » News

Palagonia, arrestato l’uomo che aveva travolto con la macchina i vicini di casa

Immagine di copertina

È stato riconosciuto da un cittadino mentre rientrava a Palagonia, dopo giorni di latitanza

È stato arrestato Gaetano Fagone, il bracciante che venerdì 31 agosto ha investito con l’auto del padre i suoi vicini di casa a Palagonia, nel Catanese, uccidendo una persona e ferendone sette.

Le celle di aggancio dell’apparecchio telefonico avevano permesso di allargare le ricerche del bracciante disoccupato, il “lupo” così come lo chiamano in paese, lontano da Palagonia e fino alla zona dell’Etna.

L’uomo, mentre faceva rientro in paese a piedi, è stato intercettato da un cittadino che ha avvertito i carabinieri. È stato portato in procura per essere interrogato dal pm.

Secondo un prima ricostruzione dei carabinieri, Fagone potrebbe avere trascorso i primi giorni in campagna, lungo la dorsale che collega Palagonia a Militello in Val di Catania, zona che conosce molto bene per via delle proprietà della sua famiglia.

Avrebbe poi preso la decisione di allontanarsi da quell’area: le persone che frequentano quelle campagne lo conoscono ed era alta l’eventualità che qualcuno potesse avvertire chi stava indagando e chi lo stava cercando. Da qui la decisione di Fagone di allontanarsi dal suo paese, che di fatto ha innescato un altro sospetto: Fagone potrebbe avere chiesto aiuto a qualcuno, un conoscente che magari lo avrebbe aiutato a nascondersi.

I militari hanno voluto indagare nel passato dell’uomo, individuando tutte le persone a lui vicine. C’è un particolare che gli investigatori hanno tenuto a mente: nel 2015 Fagone era stato arrestato per estorsione ai genitori e scoperto in un nascondiglio che aveva realizzato su un albero.

Per trovare l’uomo, accusato di tentata strage, si erano messo in moto i militari dell’Arma e i Cacciatori di Sicilia, un corpo specializzato per la ricerca dei latitanti.

La sera di venerdì 31 agosto, a bordo della sua Fiat Punto, Fagone ha travolto un’intera famiglia in una strada senza sbocco del paese. Tra via degli Orti e via Savona, erano presenti una trentina di persone. Le vittime erano sedute ai tavoli in una strada chiusa quando l’uomo, forse per vecchie ruggini di vicinato, è salito sulla vettura: le ha volontariamente travolte più volte ed è fuggito.

Maria Napoli, una donna di 87 anni, ha perso la vita nel violento impatto. Altre sette persone sono rimaste ferite, due delle quali in maniera grave.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Bernie Madoff e lo schema Ponzi: muore a 82 anni il più grande truffatore della storia americana
News / L’italiana Alessandra Galloni sarà la prima donna a dirigere l’agenzia Reuters in 170 anni di storia
Economia / I giovani lanciano gli Stati Generazionali: “Diamo voce a chi voce non ha”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Bernie Madoff e lo schema Ponzi: muore a 82 anni il più grande truffatore della storia americana
News / L’italiana Alessandra Galloni sarà la prima donna a dirigere l’agenzia Reuters in 170 anni di storia
Economia / I giovani lanciano gli Stati Generazionali: “Diamo voce a chi voce non ha”
News / In difesa dello “stupratore razzista Montanelli” (di Luca Telese)
News / Dillo con una poesia: oggi è la Giornata Mondiale della Poesia e questi versi vi faranno bene all’anima
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI