Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 06:29
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » News

Open Mentana: è online il nuovo giornale del direttore del TgLa7

Immagine di copertina

Dal 18 dicembre 2018 si può leggere il giornale nativo per smartphone

Open Mentana quando online | Data del lancio | 18 dicembre 2018

OPEN MENTANA QUANDO ONLINE – Dopo mesi di preparazione, selezione dei giornalisti, annunci e discussioni, adesso è ufficiale: Open, il nuovo giornale online di Enrico Mentana e diretto da Massimo Corcionemartedì 18 dicembre 2018 è online.

Ad annunciarlo è stato lo stesso direttore del TgLa7, proprietario/editore della nuova realtà giornalistica italiana, durante un incontro alla fiera della piccola e media editoria “Più libri più liberi“, in corso a Roma.

Nel corso dell’incontro “Mentana presenta Open”, infatti, il giornalista ha annunciato che l’avventura della sua nuova impresa editoriale, creata con l’intenzione di offrire un lavoro ai giovani giornalisti a cui troppo spesso le porte della professione sono sbarrate, inizierà proprio giorno 18 dicembre.

> QUI TUTTO QUELLO CHE C’E’ DA SAPERE SU OPEN DI MENTANA

Open Mentana | Cosa è | Storia

Il progetto Open inizia nel luglio 2018, quando il direttore del tg La7, Enrico Mentana, affida ai suoi canali social un annuncio inaspettato: l’intenzione di assumere alcuni giovani giornalisti, a cui troppo spesso le porte della professione giornalistica sono sbarrate, per avviare una nuova impresa editoriale.

Con lo stesso post, il giornalista fornisce una mail a cui chiunque volesse candidarsi per lavorare a Open può mandare curriculum e presentazione, con scadenza al 10 settembre 2018, fornendo qualche informazione in più sui requisiti richiesti.

Da allora, i canali Facebook e Instagram di Mentana diventano la fonte principale di notizie sullo stato dei lavori e vengono presi letteralmente di mira. Da volenterosi che vogliono candidarsi, curiosi e appassionati che vogliono più informazioni e gli immancabili hater, cui il direttore del tg La7 non lesina risposte taglienti.

Così, in circa cinque mesi, il nome di Open inizia a girare in tutta Italia, quasi totalmente grazie alla comunicazione sui social network. Alla mail indicata da Mentana arrivano oltre 15mila candidature a cui, promette l’ex direttore Tg5, risponde lui stesso individualmente.

> QUI COSA E’ E DI COSA PARLA OPEN

A settembre, Mentana informa – sempre sui social – di aver ufficialmente fondato la società editoriale del suo giornale online.

Nel tempo, dunque, rispondendo ai suoi follower Mentana spiega che il nuovo giornale è gratuito, ma soprattutto completamente mobile: i contenuti vengono prodotti, montati ed editati via smartphone. Tutti vengono poi pubblicati sul sito e su una app. I giornalisti di Open, oltre ad articoli e inchieste, producono anche dirette e podcast.

Ancora dalle risposte di Mentana ai fan si scopre che Open non ha una posta del cuore (come qualcuno invece chiedeva), ha una spiccata attenzione per il mondo del lavoro e per lo smascheramento delle bufale (il debunker David Puente fa parte della redazione).

L’obiettivo è riuscire a far stare in piedi il giornale con la sola pubblicità. L’investimento iniziale, di circa un milione di euro, è sostenuto proprio da Mentana, che è il garante economico e provvederà personalmente ad appianare eventuali perdite.

Nessuna finalità di lucro per Open: “In caso di guadagni – spiega ancora il giornalista – tutti saranno reinvestiti in nuove assunzioni”.

> QUI TUTTO SULLA REDAZIONE DI OPEN

La raccolta pubblicitaria, spiega inoltre Mentana, viene sostenuta da una delle concessionarie di Urbano Cairo, editore di La7.

La filosofia del giornale è quella di offrire uno strumento accessibile a tutti: a coloro che seguono l’attualità, ma anche e soprattutto a chi “non ha ancora preso la buona abitudine di informarsi con continuità, e soprattutto per quelle nuove generazioni quasi sempre snobbate e ignorate dal sistema Italia”.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Bernie Madoff e lo schema Ponzi: muore a 82 anni il più grande truffatore della storia americana
News / L’italiana Alessandra Galloni sarà la prima donna a dirigere l’agenzia Reuters in 170 anni di storia
Economia / I giovani lanciano gli Stati Generazionali: “Diamo voce a chi voce non ha”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Bernie Madoff e lo schema Ponzi: muore a 82 anni il più grande truffatore della storia americana
News / L’italiana Alessandra Galloni sarà la prima donna a dirigere l’agenzia Reuters in 170 anni di storia
Economia / I giovani lanciano gli Stati Generazionali: “Diamo voce a chi voce non ha”
News / In difesa dello “stupratore razzista Montanelli” (di Luca Telese)
News / Dillo con una poesia: oggi è la Giornata Mondiale della Poesia e questi versi vi faranno bene all’anima
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI