Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 13:33
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » News

Quel messaggio nascosto sotto l’obelisco di Mussolini

Immagine di copertina

Studiosi olandesi hanno trovato un testo latino di elogio a Mussolini nascosto da oltre 80 anni nel basamento dell'obelisco del Foro Italico

Due studiosi olandesi dell’Università di Groninga hanno scoperto un testo latino di elogio al fascismo nascosto nel basamento dell’Obelisco Mussolini del Foro Italico di Roma.

L’obelisco, risalente al 1932 e realizzato in occasione dei 10 anni dalla marcia su Roma, con cui Benito Mussolini e il fascismo presero il potere in Italia, fu realizzato nell’ambito della costruzione del Foro Italico, monumentale complesso sportivo situato tra il Tevere e Monte Mario, a Roma.

L’obelisco è un monumentale monolite di marmo di Carrara del peso di 300 tonnellate, con sul lato volto verso il fiume le scritte “Dux” e “Mussolini”. Nessuno fino a oggi aveva però saputo che nel basamento era nascosto questo testo.

Il Codex Fori Mussolini – come è stato chiamato questo testo – è un elogio del fascismo, di Mussolini e di ciò che hanno fatto per l’Italia, scritto in 1.200 parole dallo studioso classico Aurelio Giuseppe Amatucci, e si trovava nascosto nel basamento, coperto da medaglie d’oro, lasciando chiaramente intendere che sarebbe dovuto rimanere celato negli anni, come un messaggio al futuro.

Bettina Reitz-Joosse e Hans Lamers, studiosi di lettere classiche dell’Università di Groninga, sono venuti a conoscenza del testo e l’hanno tradotto.

L’elogio è suddiviso in tre parti. Nella prima vi è un racconto dell’ascesa del fascismo e di come Benito Mussolini abbia preso in mano un paese che dopo la Prima Guerra Mondiale si trovava sull’orlo del disastro e lo ha rigenerato e, attraverso le sue doti sovraumane, portato alla riscossa.

Secondo Hans Lamers, Mussolini viene ritratto come un nuovo imperatore romano, con toni epici e quasi biblici, descrivendolo come il salvatore del popolo italiano.

La seconda parte del testo elogia invece le organizzazioni giovanili fasciste e il loro programma per il futuro. Durante il fascismo la giovinezza era uno dei temi principali della propaganda e dell’azione politica, non a caso una delle canzoni più simboliche dell’epoca era “Giovinezza”, in cui questo concetto è ben espresso.

La terza parte del testo, invece, racconta della costruzione del Foro Italico, all’epoca con il nome di Foro Mussolini (nome cambiato in seguito alla caduta del fascismo).

Il fatto che il testo sia stato scritto in latino non deve stupire. Questa lingua, infatti, era largamente usata nella propaganda e nei monumenti del fascismo, proprio per porre il regime in continuità con i fasti di Roma antica.

L’obelisco del Foro Italico è stato più volte al centro di polemiche per il fatto che vi campeggi a larghi caratteri la scritta “Mussolini Dux”. Nel 2015 la presidente della Camera dei Deputati Laura Boldrini aveva detto che secondo lei tale scritta andrebbe cancellata dall’obelisco, causando non poche polemiche dal momento che si tratta di un bene culturale dal valore storico e artistico.

(Nella foto qui sotto: l’obelisco del Foro Italico a Roma negli anni Trenta. Credit: Istituto Luce)

Ti potrebbe interessare
Esteri / Bernie Madoff e lo schema Ponzi: muore a 82 anni il più grande truffatore della storia americana
News / L’italiana Alessandra Galloni sarà la prima donna a dirigere l’agenzia Reuters in 170 anni di storia
Economia / I giovani lanciano gli Stati Generazionali: “Diamo voce a chi voce non ha”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Bernie Madoff e lo schema Ponzi: muore a 82 anni il più grande truffatore della storia americana
News / L’italiana Alessandra Galloni sarà la prima donna a dirigere l’agenzia Reuters in 170 anni di storia
Economia / I giovani lanciano gli Stati Generazionali: “Diamo voce a chi voce non ha”
News / In difesa dello “stupratore razzista Montanelli” (di Luca Telese)
News / Dillo con una poesia: oggi è la Giornata Mondiale della Poesia e questi versi vi faranno bene all’anima
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI