Covid ultime 24h
casi +20.709
deceduti +684
tamponi +207.143
terapie intensive -47

Cosa è successo il 18 dicembre nel mondo

Senza giri di parole

Di TPI
Pubblicato il 18 Dic. 2015 alle 17:03
0
Immagine di copertina

Per la prima volta nella storia, il numero delle persone che vivono in condizioni di povertà estrema nel mondo è inferiore al 10 per cento della popolazione globale.

– L’Unione africana ha annunciato l’invio di 5mila peacekeeper in Burundi per proteggere i civili nonostante non sia arrivato il via libera del governo. 

– Dopo appena una settimana dal primo allarme rosso della storia della Cina per gli altissimi livelli di smog di Pechino, la capitale cinese ha lanciato un secondo allarme

– Le forze di sicurezza turche avrebbero ucciso 54 militanti curdi del Partito dei lavoratori del Kurdistan (Pkk) durante tre giorni di scontri nel sudest della Turchia

– Nonostante il cessate il fuoco e l’avvio dei colloqui di pace in Svizzera, le forze governative yemenite hanno riconquistato la città di Harad, vicino al confine con l’Arabia Saudita, precedentemente occupata dai ribelli houthi.

– Venerdì 18 dicembre si è tenuto a New York il terzo vertice del Gruppo internazionale di supporto per la Siria, a cui hanno partecipato diplomatici provenienti da 12 paesi tra cui l’Italia.

– Secondo fonti ufficiose, Israele e Turchia starebbero per firmare un accordo per la normalizzazione dei rapporti tra i due paesi, dopo che nel 2010 dieci attivisti turchi filopalestinesi avevano perso la vita per mano israeliana mentre si trovavano a bordo della Freedom Flottilla.

– Il primo ministro britannico David Cameron ha annunciato che il Regno Unito nel 2016 cambierà in maniera radicale i propri rapporti con l’Unione europea

Madre Teresa di Calcutta diventerà santa nel 2016. 

– Le autorità russe hanno dichiarato che la scatola nera a bordo dell’aereo abbattuto dai caccia turchi al confine con la Siria sarebbe danneggiata.

– Da marzo 2015, in Iran sono state sequestrate migliaia di automobili alle donne che guidavano senza il tradizionale hijab, obbligatorio per il codice di abbigliamento islamico. 

– Secondo la Commissione per la pianificazione nazionale del Nepal, sarebbero circa 600mila le famiglie rimaste senza abitazione a causa del terremoto del 25 aprile scorso. 

– Una missione segreta di un commando degli Stati Uniti in Libia è stata svelata da alcune fotografie pubblicate su Facebook da uno dei soldati americani. 

– Mercoledì 23 dicembre alle 9.10 attraverso diverse radio italiane verrà diffusa la canzone People have the power di Patti e Fred Sonic Smith in memoria delle vittime del terrorismo e come forma di ribellione comune contro la violenza.

– Il primo ministro australiano si è detto “estremamente deluso” riguardo alla decisione del governo giapponese di riprendere la caccia alle balene

– Il 18 dicembre 1879 nasceva in Georgia Iosif Vissarionovic Džugašvili, più noto con il nome di Stalin. Su TPI, cinque cose che forse ancora non sapete su di lui. 

– Uno studente di sociologia ha realizzato alcuni ritratti fotografici di donne indiane rimaste vittima di attacchi con l’acido. Le foto su TPI

– Una chiesa sconsacrata a Llanera, in Spagna, è stata ridipinta da uno street artist e ora è utilizzata come skatepark

– Il fotografo Joni Niemela ha realizzato alcuni scatti dell’aurora boreale in Finlandia. Le foto su TPI.

– Ogni paese ha le proprie tradizioni natalizie. Su TPI ne potete trovare 20 tra le più famose e curiose.

Segui TPI su Twitter (@tpi)   

Iscriviti alla newsletter 

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.