Covid ultime 24h
casi +13.114
deceduti +246
tamponi +170.633
terapie intensive +58

Cosa succede oggi nel mondo

Tutto quello che c’è da sapere per la giornata del 27 dicembre 2016

Di TPI
Pubblicato il 27 Dic. 2016 alle 07:32
0
Immagine di copertina

Italia: la Digos indaga sugli eventuali appoggi dati al tunisino Amri, l’attentatore di Berlino ucciso a Sesto dalla polizia: era passato per la stazione di Lione tre giorni dopo l’attacco, dove aveva acquistato un biglietto per Milano con corrispondenza a Chambery. Le autorità sono convinte che fosse diretto in Sicilia per fare ritorno in Tunisia e che potesse contare sull’aiuto logistico di estremisti nella penisola.

– Resteranno sospesi anche oggi i titoli Mps, alla riapertura dei mercati dopo la pausa natalizia. L’aumento di capitale richiesto dalla Bce sarebbe di 8,8 miliardi a carico dello stato e degli azionisti, secondo il Sole 24 ore.

Russia: i sommozzatori russi, che stanno lavorando al recupero del relitto dell’aereo precipitato nel Mar Nero, hanno trovato una scatola nera del Tupolev Tu-154 e i corpi di alcune vittime. Lo riferisce l’agenzia Tass, ripresa dagli altri media russi.

Turchia: il responsabile della caffetteria del quotidiano d’opposizione Cumhuriyet è stato arrestato il 24 dicembre per oltraggio ed è ancora sotto custodia. Dopo essersi trovato la strada sbarrata dalla sicurezza perché il presidente turco stava tenendo un discorso si è sfogato con un poliziotto: “Non servirei neanche una tazza di tè a quell’uomo” e per questo è stato arrestato.

Siria: oggi a Mosca vertice trilaterale Russia-Turchia-Iran sulla Siria. Ad Aleppo militari russi hanno scoperto fosse comuni con decine di cadaveri con mutilazioni e torture. Nel nord una autobomba Isis ha provocato una trentina di morti.

Israele: ira di Israele per il voto contro gli insediamenti in Cisgiordania all’Onu: Netanyahu accusa gli Stati Uniti e annuncia un piano per 618 nuove case a Gerusalemme est.

Messaggio politico elettorale. Committente: Tobia Zevi

Stati Uniti: oggi storica visita di Abe a Pearl Harbor con Obama: è il primo premier nipponico a partecipare a una cerimonia pubblica in memoria delle vittime, ma non sono previste scuse. Abe ha intanto fatto visita al cimitero di Honolulu, che ospita 50mila militari americani.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.