Covid ultime 24h
casi +19.644
deceduti +151
tamponi +177.669
terapie intensive +79

Maltempo, il giorno di “big Snow”: la neve è arrivata alle porte di Roma

Di Redazione TPI
Pubblicato il 31 Gen. 2019 alle 11:23 Aggiornato il 31 Gen. 2019 alle 11:33
0
Immagine di copertina

Nevica su diverse zone d’Italia. Dal Nord al Centro, sono diverse le città che si sono svegliate imbiancate, con la neve che è arrivata fino alle porte di Roma (in foto la situazione nella notte a Palestrina).

Diversi i comuni nei quali le scuole rimarranno chiuse anche oggi, dalla provincia di Siena a quella di Viterbo. Intanto l’ondata di gelo annunciata da giorni ha portato a un crollo delle temperature record: sui monti del Trentino Alto Adige il termometro è arrivato a segnare -20 gradi in particolare ai 3.035 metri del Teufelsegg in Val Senales, ai 3.328 metri di Cima Beltovo sopra Solda e ai 3.253 di Cima Fontana Bianca in Val d’Ultimo.

Allerta meteo neve giovedì 31 gennaio 2019

Attesa una intensificazione dei fenomeni nevosi da fine giornata tra Piemonte sudorientale ed Emilia-Romagna occidentale. Qui l’allerta della protezione civile.

Le previsioni di oggi, giovedì 31 gennaio

Precipitazioni sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Toscana settentrionale, Sardegna sud-occidentale, Lazio meridionale, settori tirrenici di Campania, Basilicata e Calabria centro-settentrionale, con quantitativi cumulati da deboli a moderati, specie dal pomeriggio-sera.

Precipitazioni isolate, anche a carattere di rovescio o breve temporale, sul resto del Paese (con esclusione delle zone adriatiche di Abruzzo, Molise, Puglia, delle zone centro-meridionali della Sicilia e di Veneto e Friuli Venezia Giulia) con quantitativi cumulati deboli.

> Qui le previsioni fino a domenica 3 febbraio

Bologna Neve oggi 31 gennaio 2019
Bologna ricoperta di neve (Foto Twitter)

Dove nevica oggi, giovedì 31 gennaio

Nevicate fino a quote di pianura su Valle d’Aosta, Piemonte, Lombardia ed Emilia-Romagna, con apporti al suolo deboli, puntualmente moderati sull’Emilia Romagna.

Nevicate al di sopra dei 300-500 m su Liguria, Toscana centro-settentrionale e Umbria settentrionale, con apporti al suolo da deboli a localmente moderati;

Nevicate al di sopra dei 600-800 m sul resto del centro e Campania, in rialzo dalla serata, con apporti al suolo generalmente deboli.

La situazione a Torino e dintorni

Termometri sotto zero a Torino, che si prepara alla grande nevicata attesa tra stanotte, con i fiocchi che a partire dalle Alpi, si estenderanno al settore orientale della regione diventando poi diffuse su tutto il Piemonte nella giornata di venerdì.

Secondo previsioni diffuse dall’Arpa nevicherà inizialmente “fino a quote di pianura sul Piemonte meridionale; neve invece più bagnata o mista a pioggia sulle pianure settentrionali”.

Nel pomeriggio di venerdì la quota neve è destinata a salire gradualmente sopra i 300-400 metri a nord del Po, mentre potrà rimanere localmente più bassa sul Piemonte meridionale.

Secondo le previsioni, a Torino città si potranno accumulare anche 10 centimetri mentre in collina e tra cuneese, astigiano e alessandrino si supereranno i 20 centimetri.

Maltempo, allerta a Firenze per ghiaccio

“Codice ghiaccio giallo” fino alla mezzanotte per “diffuse ed estese” formazioni di ghiaccio sulle strade della citta’ metropolitana di Firenze.

Gli uomini della Protezione civile sono al lavoro dalle 5 per ridurre i disagi e evitare che si creino situazioni di emergenza Firenze.

In seguito all’abbassamento delle temperature dovuto alle precipitazioni anche a carattere nevoso, Angelo Bassi, consigliere delegato alla Protezione civile della Città Metropolitana di Firenze raccomanda “massima cautela alla guida sulle strade del territorio della città metropolitana”.

Aggiornamenti previsioni meteo venerdì 1 febbraio

Arrivano importanti dai principali modelli meteo a nostra disposizione circa l`imminente ondata di forte maltempo che sta per colpire l’Italia con precipitazioni intense da Nord a Sud.

Il tutto è causato da una vasta area ciclonica di origine Polare Marittima in rotta di collisione con il nostro paese a partire dalla serata di giovedì 31 gennaio.

Le prime piogge sono attese nel tardo pomeriggio su buona parte dei settori tirrenici tra Toscana, Campania, Lazio e Sardegna. Successivamente il peggioramento si estenderà anche al Nord Ovest con piogge in Liguria e deboli nevicate via via a quote più basse tra Piemonte e Lombardia.

Nel corso della notte poi la neve inizierà a cadere abbondante in particolare sulle province di Novara, Alessandria, Asti, Cuneo, Torino, Biella, Varese, Como, Monza Brianza, Milano, Pavia e Bergamo con accumuli compresi tra i 10 e i 20 cm in pochissime ore.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.