Covid ultime 24h
casi +24.099
deceduti +814
tamponi +212.714
terapie intensive -30

Navigator: attesi 60mila candidati, ecco in cosa consisterà la prova di selezione

Di Laura Melissari
Pubblicato il 7 Mar. 2019 alle 12:06 Aggiornato il 7 Mar. 2019 alle 12:20
0
Immagine di copertina
Credit: ANSA/ FRANCO SILVI

Cento domande a crocette su 10 materie, dalla logica alla cultura generale, dai contratti al mercato del lavoro. In questo consisterà la prova di selezione per gli aspiranti navigator. L’Anpal, l’agenzia nazionale politiche attive e lavoro, è quella che deve assumere i tutor che si occuperanno di seguire i beneficiari del reddito di cittadinanza nel loro inserimento nel mondo del lavoro.

LEGGI ANCHE: Come si diventa navigator? Concorso 2019

Ci si aspetta che i candidati saranno circa 60mila. Il bando per le assunzioni però è ancora bloccato, in attesa che si sblocchi il muro contro muro tra regioni e governo.

Anpal finora ha pubblicato solo il bando per l’organizzazione della selezione, ovvero un bando per una società che organizzi le prove per gli aspiranti navigator.

Nel bando si evince che la prova scritta di selezione debba prevedere almeno 60mila potenziali candidati.

La prova deve riguardare 10 materie diverse: cultura generale, quesiti psicoattitudinali, logica, informatica, modelli e gli strumenti di intervento di politica del lavoro, reddito di cittadinanza, disciplina dei contratti di lavoro, sistema di istruzione e formazione, regolamentazione del mercato del lavoro ed economia aziendale.

Le domande devono avere tutte lo stesso peso e devono essere di livello culturale universitario.

La società che si aggiudicherà il bando dovrà quindi preparare il test, organizzare la selezione e occuparsi di tutte le fasi. Devono essere preparate almeno 1.500 domande relative alle materie oggetto di esame.

I numeri non sono ancora chiarissimi: Luigi Di Maio, aveva detto: “Mentre le regioni assumono 4.000 persone per concorso, io ne assumo 6.000 a livello centrale, con una selezione veloce e poi si faranno i concorso regionali”. Le regioni però hanno promesso battaglia al governo, perché sostengono di non essere preparate a queste assunzioni e soprattutto di non voler assumere precari.

Assumere i navigator significa infatti assumere precari, dal momento che i contratti prevedono una collaborazione limitata a 2 anni. Il governo ha detto che le assunzioni avverranno entro maggio-giugno 2019.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.