Covid ultime 24h
casi +19.350
deceduti +785
tamponi +182.100
terapie intensive -81

Il tè italiano che offre un libro da leggere in attesa dell’infusione

Una start up italiana ha creato Narratè, una bustina di tè abbinata a un piccolo libro in grado di essere letto in 5 minuti, così da occupare il tempo dell'infusione

Di TPI
Pubblicato il 5 Dic. 2016 alle 13:56
0
Immagine di copertina

Nelle fredde giornate invernali, quando il clima favorisce gli ambienti chiusi e il relax, in moltissimi amano concedersi due piaceri solitamente associati a queste condizioni climatiche: la lettura e le bevande calde.

Sorseggiare un tè delle cinque come perfetti cittadini britannici, e magari tra un sorso e l’altro dedicarsi alle pagine di un romanzo, sono attività che in questa stagione sembrano sposarsi alla perfezione, e per promuovere al meglio questo genere di connubio, una giovane start up italiana ha creato Narratè.

Con questo nome si intende un vero e proprio “tè narrante”, che unisce le due tradizioni millenarie attraverso una bustina da tè collegata a un piccolo libro, la cui lettura dura esattamente il tempo d’infusione della bevanda calda (5 minuti). 

In quel tempo, che altrimenti sarebbe considerato ‘perso’, Adriano Giannini e i collaboratori che con lui hanno creato questo prodotto hanno pensato di offrire un’esperienza che potesse riempire degnamente l’attesa, un momento di pace in cui scegliere di disconnettersi e ritrovare il piacere, anche per soli 5 minuti, della lettura.

Da quanto è stato lanciato sul mercato, Narratè è stato da subito apprezzato nei luoghi classici della cultura come le biblioteche: basti pensare che uno dei primi enti a sponsorizzarlo scegliendo di offrirlo ai suoi utenti è stato il Sistema Bibliotecario Milanese, che nel 2015 ha acquistato alcune migliaia di pezzi personalizzati per le 25 biblioteche milanesi.

Proprio al capoluogo lombardo è dedicato uno dei piccoli testi annessi alle bustine di tè distribuite da Narratè, che attraverso la collana Narraplanet ha voluto omaggiare quattro città italiane: Milano, Roma, Venezia e Firenze.

Per ognuna di loro è prevista una miscela di tè particolare, che fa sottile riferimento al luogo a cui è associata grazie a un ingrediente tipico: ecco quindi che la bustina di Narratè dedicata a Milano è composta da tè nero, cannella e zafferano,Venezia vede tè nero, rooibos, zenzero, chiodi di garofano e noce moscata, Firenze si compone di tè nero, ibisco, malva nera, cannella, zenzero e rosmarino, mentre Roma vede tra i suoi ingredienti tè nero, menta, erba citronella, cannella, zenzero e alloro.

(L’articolo continua dopo l’immagine)


Oltre a offrire una piacevole distrazione, i libri di Narratè sono anche ecosostenibili e desiderosi di rendere note le opere di autori ancora poco noti: stampati al 100 per cento su carta riciclata e assemblati a mano da una Coop sociale di Milano.

A poco più di un anno dalla nascita della Narrafood srl, l’azienda che produce Narratè, è stato inaugurato a novembre 2016 a Milano, in Corso di Porta Vigentina 36 il primo showroom dedicato, la Narratèroom, un ambiente ricavato all’interno della libreria Punto Einaudi Milano che sarà dedicato a tutti i “degustalettori”.

Per il futuro, la Narratèroom terrà a battesimo iniziative inedite legate al mondo della “degustalettura”, con la possibilità di “assaggiare” libri novità, ma anche classici, italiani e stranieri, contemporanei e del passato. Inoltre si potranno degustare in anteprima le miscele che accompagneranno le nuove produzioni.

L’idea è stata presentata anche allo shop di Official Made in Italy, che propone dal 19 ottobre per alcuni mesi a Broadway, nel cuore di Manhattan, il meglio del made in Italy. Questi invece i prossimi appuntamenti in cui Narratè verrà presentata al pubblico:

TPI – POST SPONSORIZZATO

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.