Covid ultime 24h
casi +26.831
deceduti +217
tamponi +201.452
terapie intensive +115

È morto il premio Nobel Dario Fo

Era nato nel 1926 in provincia di Varese. Nel 1997 vinse il premio Nobel per la letteratura

Di TPI
Pubblicato il 13 Ott. 2016 alle 09:36
0
Immagine di copertina

Si è spento oggi a Milano Dario Fo, drammaturgo, attore, regista, scrittore, pittore e scenografo italiano. Era nato nel 1926 in provincia di Varese. Nel 1997 vince il premio Nobel per la letteratura. Mistero Buffo è la sua opera più nota e apprezzata in tutto il mondo. Le sue opere sono ispirate alla commedia dell’arte italiana. Per anni è stato impegnato nella satira politica e sociale. 

“Con Dario Fo l’Italia perde uno dei grandi protagonisti del teatro, della cultura, della vita civile del nostro paese. La sua satira, la ricerca, il lavoro sulla scena, la sua poliedrica attività artistica restano l’eredità di un grande italiano nel mondo. Ai suoi familiari il cordoglio mio personale e del governo italiano”, ha commentato il presidente del consiglio Matteo Renzi. 

“Perché, seguendo la tradizione dei giullari medioevali, dileggia il potere restituendo la dignità agli oppressi”, è la motivazione del Nobel che gli fu assegnato dall’Accademia svedese nel 1997. 

Fin da giovane fu un attivista di sinistra, insieme con la moglie Franca Rame, attrice e drammaturga scomparsa nel 2013. 

Tra le sue opere più importanti anche: Lu Santo Jullare Françesco, Non si paga, non si paga!, Morte accidentale di un anarchico, La marijuana della mamma è la più bella. 

Per le elezioni politiche italiane del 2013 manifestò il proprio appoggio alla lista Rivoluzione civile di Antonio Ingroia e al Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo. 

Lo stesso Grillo propose il nome di Dario Fo come possibile successore dii Giorgio Napolitano alla Presidenza della Repubblica. Fo declinò dicendo: “Fare questo lavoro è duro e sarebbe disastroso per i miei interessi fondamentali cui tengo molto: tenere lezioni ai ragazzi, incontrarmi coi giovani, avere rapporti creativi, scrivere, tenere conferenze”. 

Un video tratto da Mistero Buffo: 

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.