Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 08:56
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » News

Milano potrebbe presto pagare i cittadini per andare a lavoro in bici

Immagine di copertina

Un'ambiziosa iniziativa dell'assessore alla Mobilità del comune di Milano Pierfrancesco Maran intende spingere gli abitanti a non usare le auto per ridurre l'inquinamento

Ogni anno circa 5,5 milioni di persone muoiono a causa dell’inquinamento dell’aria: si tratta del più grande rischio ambientale attualmente presente nel mondo. Per questa ragione, istituzioni e governi stanno facendo notevoli sforzi per spingere i cittadini a non usare l’automobile privata, riducendo così l’inquinamento.

In questo senso, le due più grandi città italiane, Roma e Milano, hanno più volte lanciato iniziative volte a ridurre l’inquinamento atmosferico, ma rimangono entrambe tra le città più inquinate d’Europa.

Proprio per uscire da questa situazione, l’assessore alla Mobilità del comune di Milano Pierfrancesco Maran sta prendendo in considerazione l’ipotesi di pagare le persone per usare la bicicletta anziché l’automobile per recarsi a lavoro.

Una simile iniziativa aveva avuto luogo in Francia nel 2014 quando alcune aziende incentivarono i loro 10mila dipendenti a usare la bicicletta anziché l’automobile per andare a lavoro con un corrispettivo economico pari a 25 euro per ogni chilometro percorso.

Tuttavia, quest’iniziativa ebbe un successo molto limitato, in parte a causa del fatto che iniziative di questo tipo non sono sufficienti se non sono accompagnate da investimenti in infrastrutture che rendano più semplice e sicuro l’utilizzo della bicicletta, come ad esempio le piste ciclabili.

Delle circa 10mila persone coinvolte, solamente 419 scelsero di abbandonare la macchina in favore della bicicletta.

Qualora Milano andasse avanti con la proposta di Maran e mettesse in pratica l’iniziativa, diventerebbe la più grande città al mondo a pagare i propri cittadini per andare a lavorare in bicicletta rinunciando alla macchina.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Bernie Madoff e lo schema Ponzi: muore a 82 anni il più grande truffatore della storia americana
News / L’italiana Alessandra Galloni sarà la prima donna a dirigere l’agenzia Reuters in 170 anni di storia
Economia / I giovani lanciano gli Stati Generazionali: “Diamo voce a chi voce non ha”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Bernie Madoff e lo schema Ponzi: muore a 82 anni il più grande truffatore della storia americana
News / L’italiana Alessandra Galloni sarà la prima donna a dirigere l’agenzia Reuters in 170 anni di storia
Economia / I giovani lanciano gli Stati Generazionali: “Diamo voce a chi voce non ha”
News / In difesa dello “stupratore razzista Montanelli” (di Luca Telese)
News / Dillo con una poesia: oggi è la Giornata Mondiale della Poesia e questi versi vi faranno bene all’anima
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI