Roma, fermate metro Spagna e Barberini ancora chiuse: ecco perché

Da martedì 11 dicembre le due centralissime stazioni della Capitale sono interdette ai pendolari: i treni transitano, ma non si fermano. E si alzano le polemiche, sia politiche che social

Di Carmelo Leo
Pubblicato il 13 Dic. 2018 alle 15:44 Aggiornato il 13 Dic. 2018 alle 15:46
0
Immagine di copertina

Metro Roma chiusa Spagna | Barberini | Repubblica | Ecco perché

METRO ROMA CHIUSA SPAGNA E BARBERINI – Da martedì 11 dicembre, a Roma, le fermate della linea A della metro Barberini e Spagna sono chiuse. I treni, in entrambe le direzioni, transitano dalle due stazioni senza però fermarsi.

“Sono in corso verifiche tecniche agli impianti di traslazione”, scrive InfoAtac su Twitter, allegando un breve comunicato dell’azienda dei trasporti romani che non chiarisce i dubbi dei viaggiatori. Ma che, al contrario, scatena polemiche sia sui social, sia nel mondo della politica romana.

Ai disagi per chi deve spostarsi, soprattutto negli orari di lavoro, nelle centralissime stazioni di Barberini e Spagna, si aggiungono quelli causati dalla contemporanea chiusura della fermata Repubblica.

Una chiusura, questa, che va avanti dal 23 ottobre 2018, quando le scale mobili della stazione cedettero all’improvviso, provocando 24 feriti e coinvolgendo anche i tifosi russi del Cska Mosca, nella Capitale per una partita di calcio all’Olimpico.

Tre stazioni metro della Capitale, una dietro l’altra e tutte ad alta affluenza, sono dunque attualmente chiuse. Atac ha attivato un servizio di bus navetta sostitutivi tra Termini e Flaminio, un palliativo tuttavia insufficiente a gestire la mole di viaggiatori e turisti che si muovono in città in questo periodo pre-natalizio.

Nella mattinata di giovedì 13 dicembre, poi, è arrivata una nuova doccia gelata sui pendolari: il servizio di bus navetta è stato limitato alla sola fermata in piazza Barberini. Il motivo? I troppi tifosi tedeschi dell’Eintracht di Francoforte, nella Capitale per l’incontro di Europa League contro la Lazio.

Metro Roma chiusa Spagna e Barberini | Perché

Da quello che emerge dallo striminzito comunicato dell’Atac, sono ancora una volta le scale mobili il motivo della chiusura delle stazioni Spagna e Barberini di questi giorni.

Già nei giorni precedenti la chiusura delle stazioni, infatti, gli impianti mobili nelle stazioni interessate erano stati transennati.

Sono circa 20 gli impianti mobili sotto osservazione dell’azienda e sottoposte in queste ore a un accurato controllo tecnico. La speranza dei viaggiatori, spesso abituati a vedere le scale transennate, è che il servizio possa essere ripristinato il prima possibile.

Metro Roma chiusa Spagna e Barberini | Polemiche

Atac si è scusata per i disagi creati alla circolazione. Nonostante le tante richieste di informazioni arrivate dai cittadini, però, non si sa ancora quando verranno riaperte le due stazioni. Per questo motivo sono piovute molte critiche dal mondo della politica.

“A due settimane dal Natale – si legge in un comunicato del gruppo capitolino del Pd – il centro di Roma è isolato. Si registrano, peraltro ulteriori disagi nelle stazioni Valle Aurelia e Flaminio con le scale mobili ferme e fuori servizio. Sulle operazioni in corso e sui tempi necessari nessuna informazione”.

Dito puntato anche sul servizio navetta, “apparso da subito insufficiente. Nonostante siano disponibili da un anno i fondi per le manutenzioni delle Metro – si legge – il Campidoglio, in ritardo con le convenzioni da stipulare, è costretto a lavorare in emergenza. I disagi dei romani non finiscono più, la fase 2 della Raggi si annuncia ancora più critica”.

Riccardo Magi, deputato di +Europa, su Twitter snocciola un po’ di numeri: “Dati impietosi – scrive – su qualità servizi pubblici erogati da amministrazione capitolina. Dal 2014 raddoppiate le corse soppresse a gestione Atac. Nel 2017 sono 1,3milioni, +26,5 per cento rispetto al 2016. Guasti e ritardi hanno fermato quasi una vettura su due”.

E la rabbia dei romani arriva anche sui social, dove sono tantissimi ormai i post di polemica contro l’Atac.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.