Metro Milano, tornelli giganti e allarmi sonori: arriva la stretta contro i furbetti del biglietto

Di TPI
Pubblicato il 11 Dic. 2018 alle 14:24 Aggiornato il 11 Dic. 2018 alle 14:24
0
Immagine di copertina

A Milano è guerra aperta contro i “furbetti della metropolitana”. Basta passeggeri che saltano il tornello o che si infilano dietro le persone varcando i controlli usando il biglietto o l’abbonamento altrui.

Come ha spiegato su Facebook l’assessore alla Mobilità di Milano, Marco Granelli, dalla prossima primavera tutti i vecchi tornelli a braccio meccanico saranno sostituiti con i nuovi ad ante scorrevoli alte 180 centimetri.

Non solo: “Un segnale acustico si attiverà al passaggio di una seconda persona, segnalando l’abuso”.

Grazie alle nuove iniziative di Atm, l’azienda dei trasporti milanese, “nei primi 10 mesi del 2018 i controlli sono aumentati del 66%, le multe del 37,5%” ha spiegato l’assessore.

Inoltre “da settembre gli addetti ai controlli sono passati da 102 a 152, il personale della security da 94 a 130 persone”.

La conferma dei nuovi sistemi “anti furbetti” è arrivata dopo la notizia, che tanto ha fatto clamore (e sorridere) in quel di Milano, di un passeggero che ha tentato di varcare i tornelli senza biglietto con il solo risultato, però, si spaccare il vetro. E per questo è stato denunciato.

Il “furbetto della metropolitana”, come è stato ribattezzato dai giornali locali, ha tentato di accordarsi a chi passava dai tornelli della fermata Corvetto.

Ma ha calcolato male i tempi: le barriere di vetro si sono chiuse al passaggio del passeggero che aveva vidimato il suo biglietto e lo hanno “schiacciato”.

Risultato: vetro in frantumi e tornello distrutto. Così non solo è stato ovviamente multato, ma è stato denunciato per danneggiamento.

Decisamente una scelta sbagliata quella di cercare di risparmiare sul prezzo del biglietto, considerando che oltre alla classica multa di 50 euro rischia di dover risarcire l’azienda per il danno procurato.

Il prezzo di un tornello è di circa 10mila euro e i danni provocati sarebbero ingenti: il “furbetto”, infatti, oltre a rompere la vetrata ha danneggiato anche il meccanismo che ne regola l’apertura e la chiusura.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.