Un cesto natalizio e la lettera di licenziamento: la crudele Vigilia dei lavoratori di un’azienda di Varese

Di TPI
Pubblicato il 27 Dic. 2018 alle 16:09 Aggiornato il 27 Dic. 2018 alle 16:10
0
Immagine di copertina
Foto Facebook

Un cesto natalizio e la lettera di licenziamento. Natale amaro per i lavoratori di un’azienda di Marnate, nel Varesotto, la Hammond Power Solutions, controllata dall’omonima multinazionale canadese attiva nella produzione di trasformatori. 

Alla vigilia delle feste i 40 dipendenti dello stabilimento hanno ricevuto il cesto natalizio, ma immediatamente dopo anche la comunicazione del licenziamento. Alla base della decisione un “cambio di strategie” della casa madre, che in Italia opera attraverso due stabilimenti, quello di Marnate, dove c’e’ anche la sede per l’Europa, e un altro a Meledo, nel Vicentino. 

Il gruppo è quotato alla Borsa di Toronto, è leader di mercato nel Nord America e ha stabilimenti nel mondo anche negli Usa, Messico e India. L’azienda si chiamava in origine Marnate Trasformatori, ed era stata acquisita dai canadesi sei anni fa. 

I rappresentanti sindacali avevano in programma un incontro con i dirigenti per discutere del contratto, ora invece dovranno negoziare con la società la nuova situazione, in un incontro previsto dopo le festività. E invece dovranno trattare al massimo le buonuscite e gli ammortizzatori per il licenziamento collettivo.

Sul tavolo, il prossimo 7 gennaio in un incontro “informale” il tentativo di ottenere la continuazione dell’attività produttiva, anche sotto una nuova proprietà.

Una vicenda, quella della Hammond Power Solutions di Marnate, che mostra quello che uno dei lavoratori, in un messaggio su Facebook, ha definito “l’altra faccia del Natale”.

“È arrivato il panettone” ha raccontato “poi, dopo un po’, è arrivato il proprietario a darci la notizia: da marzo siamo tutti a casa”. A comunicare la chiusura è stato direttamente Bill Hammond, Ceo dell’azienda: “Generalmente viene in ditta per darci buone notizie, con modo di fare baldanzoso e pacche sulle spalle. Ma quel giorno aveva una faccia da funerale”.

Dopo il dono natalizio, quindi, la doccia fredda. Fuori dai cancelli dell’Hammond Power Solutions oggi restano solo alcuni striscioni: “Dal Canada sei arrivato e in pochi minuti ci hai licenziato. Buon Natale”. 

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.