Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 20:16
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » News

Istat, in Italia minimo storico delle nascite nel 2018, in aumento i residenti stranieri

Immagine di copertina
istat 2018 nascite minimo storico

Continua il record negativo delle nascite in Italia. Per il quarto anno consecutivo l’Istat segnala che il numero dei nuovi nati è al minimo storico. In aumento invece gli stranieri, che rappresentano l’8,7 per cento della popolazione.

La popolazione al 1 gennaio 2019 è pari a 60 milioni 391mila, oltre 90mila in meno sull’anno precedente (-1,5 per mille).

Il numero dei cittadini italiani scende a 55milioni e 157mila (-3,3 per mille), mentre il numero dei residenti stranieri sale a 5 milioni e 234mila (+ 17,4 per mille).

Il numero delle nascite del 2018 è sceso di 9mila unità rispetto al 2017: nel corso dell’anno ci sono stati 449mila nuovi nati totali.

Le morti totali sono state 636mila, 13mila in meno del 2017.

Il rapporto delle morti sul numero di residenti è di 10,5 individui morti ogni mille abitanti, contro i 10,7 del 2017.

Il saldo naturale, ovvero la differenza tra il numero dei nati vivi e quello dei morti, nel 2018 è negativo (-187mila). Si tratta del secondo livello più basso nella storia dopo il 2017, che era stato di meno 191mila.

Nel 2018 sono aumentate sia le immigrazioni, 349mila, che le emigrazioni, 160mila. Il saldo migratorio è positivo per 190mila unità.

Il numero degli immigrati in arrivo ha toccato quota 302mila, il numero più alto degli ultimi sei anni.

Tra i cittadini italiani sono più numerose le partenze dei ritorni di chi già vive fuori. Nel 2018 risultano, infatti, 47mila rimpatri e 120mila espatri.

I dati Istat si concentrano anche sul numero medio di figli per donna, che nel 2018, con una media di 1,32, è risultato invariato rispetto all’anno precedente.

L’età media del parto continua a crescere, toccando per la prima volta la soglia dei 32 anni.

In calo anche la fecondità: le donne nate nel 1940 registrano una fecondità di 2,16 figli, contro gli 1,53 delle donne nate nel 1968.

In aumento anche la speranza di vita alla nascita: per gli uomini la stima è di 80,8 anni (+0,2 sul 2017) mentre per le donne è di 85,2 anni (+0,3).

Ti potrebbe interessare
Esteri / Bernie Madoff e lo schema Ponzi: muore a 82 anni il più grande truffatore della storia americana
News / L’italiana Alessandra Galloni sarà la prima donna a dirigere l’agenzia Reuters in 170 anni di storia
Economia / I giovani lanciano gli Stati Generazionali: “Diamo voce a chi voce non ha”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Bernie Madoff e lo schema Ponzi: muore a 82 anni il più grande truffatore della storia americana
News / L’italiana Alessandra Galloni sarà la prima donna a dirigere l’agenzia Reuters in 170 anni di storia
Economia / I giovani lanciano gli Stati Generazionali: “Diamo voce a chi voce non ha”
News / In difesa dello “stupratore razzista Montanelli” (di Luca Telese)
News / Dillo con una poesia: oggi è la Giornata Mondiale della Poesia e questi versi vi faranno bene all’anima
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI