Covid ultime 24h
casi +21.994
deceduti +221
tamponi +174.398
terapie intensive +127

Nuova tragedia in pista a Bolzano: muore bambina di 8 anni dopo incidente con lo slittino

L'incidente è avvenuto verso le 13 al Renon in Alto Adige

Di Futura D'Aprile
Pubblicato il 4 Gen. 2019 alle 16:40 Aggiornato il 5 Gen. 2019 alle 10:08
0
Immagine di copertina

Una bambina di 8 anni è morta il 4 gennaio 2019 mentre era sullo slittino insieme alla madre: il mezzo è andato fuori pista. L’incidente è avvenuto verso le 13 al Renon in Alto Adige.

La donna, secondo le prime informazioni, sembra sia stata ferita in modo grave: è stata soccorsa ed intubata sul luogo dell’incidente ed è stata trasportata con l’elicottero dell’Aiut Alpin Dolomites all’ospedale di Bolzano. Sul posto sono intervenuti anche il soccorso alpino e carabinieri.

Lo slittino con a bordo madre e figlia è uscito di pista andato a sbattere violentemente contro un albero. Non si conoscono ancora le cause dell’incidente.

La bambina che ha perso la vita il 4 gennaio sulla neve è la seconda nel giro di pochi giorni. Il 2 gennaio è morta Camilla, 9 anni, mentre era in vacanza al Sestriere, in Piemonte, con la sua famiglia.

La piccola, che indossava il regolare caschetto, stava sciando con il padre: durante una discesa sulla pista rossa “Imbuto” della Via Lattea, ha perso il controllo degli sci e dopo aver sbandato, ha sbattuto cadendo contro una barriera frangivento.

A causa della violenza dell’impatto, la bambina si era procurata un trauma toracico, andando in arresto cardiaco. I soccorsi sono stati inutili: Camilla è deceduta poco dopo il suo arrivo all’ospedale Regina Margherita di Torino.

Per la morte della bambina la Procura di Torino ha iscritto nel registro degli indagati quattro persone.

“Quello della montagna è un settore turistico per il quale siamo particolarmente impegnati, innanzitutto per quanto riguarda la sicurezza”, ha detto l’assessore al Turismo della Regione Piemonte, Antonella Parigi.

“Proprio su questo tema, a pochi giorni dal tragico incidente ci tengo innanzitutto a esprimere vicinanza alla famiglia della Camilla Compagnucci, e ribadire la nostra massima attenzione, a fianco degli operatori, affinché siano garantite la formazione e le condizioni migliori per la fruizione delle nostre piste”.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.