La Germania sospetta che la Russia stia diffondendo notizie false per influenzare le elezioni

In Germania si sta assistendo a una diffusione di fake news senza precedenti. Secondo i funzionari del governo tedesco, la Russia potrebbe voler influenzare le elezioni

Di TPI
Pubblicato il 10 Gen. 2017 alle 09:03
0
Immagine di copertina

In Germania si sta assistendo a una diffusione di notizie false senza precedenti. Secondo i funzionari del governo tedesco, la Russia potrebbe volerle usare per influenzare le elezioni del paese che si terranno nell’autunno 2017. 

Secondo l’agenzia di intelligence interna BfV, vi sarebbe stato un “uso enorme di risorse finanziarie” e lo sviluppo di una vasta gamma di strumenti di propaganda russa per svolgere campagne di disinformazione volti a destabilizzare il governo tedesco.

L’agenzia di intelligence ha confermato inoltre che un cyber-attacco dello scorso dicembre contro l’Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa (OSCE) ha utilizzato la stessa struttura dell’attacco del 2015 contro il parlamento tedesco, attribuito al gruppo di hacker russi APT28.

La Russia continua a negare ogni coinvolgimento nelle operazioni di hackeraggio ai danni dei governi occidentali. 

Steffen Seibert, un portavoce del governo, ha detto che la Germania avrebbe usato tutti i mezzi possibili per indagare la diffusione di notizie false.

“Abbiamo a che fare con un fenomeno di dimensioni che non abbiamo mai visto prima,” ha detto.

L’Osce, che conta 57 membri, tra cui la Russia e gli Stati Uniti, ha detto di essere stata il bersaglio di un cyber-attacco il mese scorso, ma ha rifiutato di rilasciare ulteriori commenti. 

Il 9 gennaio il Cremlino ha denunciato il rapporto dell’intelligence degli Stati Uniti secondo il quale la Russia avrebbe cercato di influenzare le elezioni degli Stati Uniti a favore di Donald Trump, dicendo che non vi è nessuna prova per dimostrare che i funzionari russi siano stati coinvolti. 

I funzionari tedeschi hanno annunciato inoltre che il governo di Berlino sta esplorando l’ipotesi di creare un ramo specifico della sua amministrazione che si occupi di valutare e replicare alle notizie false. La Repubblica Ceca aveva annunciato una mossa simile il mese scorso.

**Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata.**

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.