Senatrice M5S non paga da anni le spese di condominio: i vicini la portano in tribunale, ora deve 40mila euro

Al centro della vertenza un appartamento di Bologna che la parlamentare ha ricevuto in eredità

Di TPI
Pubblicato il 18 Dic. 2018 alle 13:20 Aggiornato il 18 Dic. 2018 alle 13:27
1
Immagine di copertina
La senatrice Felicia Gaudiano, 52 anni

Una senatrice del Movimento Cinque Stelle, Felicia Gaudiano, è finita al centro di una battaglia legale con i condomini di un appartamento di Bologna. I vicini la accusano di non pagare da anni le spese condominiali e reclamano 45mila euro: ora le parti hanno raggiunto un accordo in base al quale la parlamentare pagherà 40mila euro entro la fine del 2019.

La vicenda è raccontata dall’edizione bolognese del Corriere della Sera e riguarda un’abitazione la cui proprietà è stata per lungo tempo contestata.

Gaudiano, 52 anni, di professione commercialista, è nata ad Albanella, in provincia di Salerno, paese nel quale tutt’ora risiede. In Campania è anche il collegio che l’ha vista eletta parlamentare per la prima volta alle politiche del 2018.

La senatrice in gioventù ha studiato all’Università di Bologna e nella città delle Due Torri, precisamente nel quartiere Cirenaica, ha ereditato un appartamento, un lascito tuttavia contestato da coloro che si consideravano i legittimi eredi.

Queste incertezze sulla effettiva proprietà hanno aperto un buco nel bilancio condominiale, dato che per anni nessuno ha pagato le relative spese.

Gaudiano risulta a oggi la proprietaria dell’appartamento, come scritto anche sulla documentazione patrimoniale disponibile sul sito del Senato.

Tra interessi e spese legali, il debito maturato dalla senatrice ammonta oggi a circa 45mila euro. Nel 2017 l’avvocato che rappresenta il condominio ha ottenuto un decreto ingiuntivo da 25mila euro, ma la donna ha presentato opposizione in tribunale. Alla fine, secondo quanto riporta il Corriere di Bologna, Gaudiano e i condomini sembrano aver trovato un accordo sulla base di 40mila da saldare entro la fine del 2019.

1
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.