Covid ultime 24h
casi +15.204
deceduti +467
tamponi +293.770
terapie intensive -20

Esame avvocato 2018: le tracce e le modalità di svolgimento

Di Laura Melissari
Pubblicato il 12 Dic. 2018 alle 11:50 Aggiornato il 12 Dic. 2018 alle 12:06
0
Immagine di copertina

Esame avvocato 2018 | È iniziato anche quest’anno l’esame di avvocato, per l’abilitazione alla professione forense. Anche quest’anno i giorni sono tre: 11, 12 e 13 dicembre.

Le prove sono così suddivise: martedì parere di diritto civile, mercoledì parere di diritto penale e giovedì atto giudiziario in una materia a scelta tra penale, civile e amministrativo. Ogni candidato ha a disposizione 7 ore per svolgere la prova.

Quest’anno l’esame si sarebbe dovuto svolgere secondo le nuove regole, tra cui la più temuta dagli aspiranti avvocati ovvero il divieto di consultazione dei codici commentati, ma la riforma è stata prorogata di due anni.

Per superare l’esame è necessario ottenere la sufficienza in ciascuno dei 3 elaborati, e il voto finale sarà la somma dei 3. Per accedere alla prova orale, il punteggio minimo da ottenere negli scritti è 90. In ogni prova si dovrà raggiungere minimo 30.

Per quanto riguarda l’esame orale, il candidato che avrà superato lo scritto può scegliere 5 materie per il colloquio, tra le seguenti: diritto civile, diritto penale, diritto amministrativo, diritto costituzionale, diritto del lavoro, diritto commerciale, diritto processuale civile, diritto processuale penale, diritto internazionale privato, diritto ecclesiastico, diritto tributario e diritto comunitario.

Esame avvocato 2018 | Tracce parere di penale

Queste sono le tracce di diritto penale uscite il 12 dicembre:

I traccia: Tizio e caia, sposati da circa, e residenti in Italia, si recano all’estero per fare ricorso alla fecondazione eterologa e portare a termine una gravidanza con surrogazione di maternità (consentita dalla legge in vigore in loco). In particolare, la tecnica cui ricorrono i coniugi prevede la formazione di un embrione in vitro con metà del patrimonio genetico del padre e l’altra metà proveniente da una donna ovodonatrice. L’embrione così generato viene impiantato nell’utero di una terza donna, maggiorenne e volontaria, che porta a termine la gravidanza. Per effetto del ricorso alle menzionate procedure, i due divengono- secondo la legge straniera- genitori di Sempronio. Al fine di ottenere la trascrizione in Italia dell’atto di nascita formato dall’ufficiale di Stato civile straniero, i coniugi compilano e presentano all’ambasciata i documenti necessari ai sensi di legge, dichiarando, in particolare che Caia è madre di Sempronio. L’ufficiale di Stato civile del comune di residenza dei coniugi registra l’atto di nascita attribuendo al neonato lo stato di figlio di Tizio e Caia. Successivamente, però, i predetti ricevono una comunicazione da parte della locale Procura della Repubblica. preoccupati per le possibili conseguenze penali delle proprie azioni, si rivolgono al proprio legale di fiducia per un consulto. Il candidato, assunte le vesti di legale di Tizio e Caia, premesso i cenni sulla punibilità in Italia del reato commesso all’estero rediga motivato parere esaminando le questioni giuridiche sottese al caso in esame.

II traccia: Tizia, insegnante di lingua inglese è sorella gemella di Caia, laureata in Giurisprudenza e funzionario amministrativo comunale, nonché aspirante alla carriera diplomatica. Caia, dovendo sostenere le prove del concorso di accesso alla carriera diplomatica e non avendo adeguate conoscenze della lingua inglese, convince la sorella a sostituirla nella relativa prova di esame, promettendole di darle i preziosi orecchini di diamanti ricevuti in eredità dalla comune nonna. Tizia, pertanto, prende parte all’esame e consegna l’elaborato scritto, esibendo il documento di identità della sorella nonchè firmando la richiesta di attestato di presenza necessario a far giustificare l’assenza da lavoro di Caia. In quelle stesse ore, Caia, però.viene coinvolta in un sinistro stradale mentre si trova alla guida della propria autovettura: i vigili urbani intervenuti redigono verbale dell’accaduto ed elevano a Caia una sanzione amministrativa. Tizia, riscontrato il superamento del concorso da parte di Caia nonché temendo di esser scoperta in considerazione di quanto risultante dal citato verbale dei vigili urbani, si rivolge al proprio legale per un consulto. Il candidato, assunte le vesti del legale di Tizia rediga motivato parere illustrando quali possano essere le conseguenze penali della condotta della propria assistita.

Esame avvocato 2018 | Tracce parere di civile

Queste sono le tracce di diritto civile uscite l’11 dicembre:

I traccia: Tizio, residente nel comune di Alfa, è proprietario di un immobile denominato “Villa Adelaide”, sito nella nota località balneare del comune di Beta. L’abitazione è però stabilmente occupata da Caio, il quale ne ha preso possesso a partire dal gennaio del 1980, allorché Tizio ha smesso di recarsi nell’immobile in occasione delle vacanze. In data 6 ottobre 2009, Tizio aliena “Villa Adelaide” all’amico di vecchia data Sempronio – che conosceva l’immobile per esservisi spesso recato durante le vacanze estive fino all’anno 1979 – e ne riceve il pagamento del corrispettivo di euro 120.000. Sempronio, dopo aver proceduto alla trascrizione dell’atto di vendita in data 20.10.2009, si reca nel Comune di Beta per prendere possesso dell’immobile ma vi trova Caio, che gli nega l’accesso. Successivamente il Tribunale di Beta, con sentenza passata in giudicato in data 4 luglio 2011, dichiara Caio proprietario di Villa Adelaide per usucapione, in virtù del possesso protrattosi per venti anni alla data del 20 gennaio 2000. La causa era stata introdotta da Caio contro Tizio (rimasto contumace) con atto di citazione notificato in data 10.3.2009. Tizio dunque, preoccupato per le rivendicazioni di Sempronio in relazione alla compravendita dell’immobile, si reca dal proprio avvocato per un consulto. Il candidato, assunte le vesti del legale di Tizio, rediga motivato parere esaminando tutte le questioni sottese al caso.

II traccia: Tizio gioca una partita a poker con quattro sconosciuti, nel corso della quale viene bevuta da tutti una consistente quantità di whiskey. All’esito della mano finale, Tizio perde l’importo di euro 1.000 in favore di Caio. Non avendo con sè tale importo, chiede ed ottiene 24 ore di tempo per saldare il debito ma non riesce a procurarsi la somma necessaria. Pertanto, dietro pressioni di Caio e degli amici di quest’ultimo che avevano partecipato alla partita, sottoscrive una dichiarazione con la quale promette il pagamento della vincita a Caio entro le successive 48 ore. Dopo aver pagato la somma, però, Tizio si rivolge al proprio legale rappresentando che gli altri giocatori avevano barato al gioco e che la promessa di pagamento gli era stata estorta dietro minacce di gravi ripercussioni alla propria integrità fisica. Il candidato, assunte le vesti del legale di Tizio, rediga motivato parere esaminando le questioni sottese al caso ed individuando le varie possibilità di tutela offerte dall’ordinamento.

Esame avvocato 2018 | Risultati

Come ogni anno per conoscere i risultati si dovrà aspettare qualche mese. Le Corti d’Appello delle varie città inizieranno a pubblicare la lista degli ammessi agli orali a giugno 2019.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.