Emanuela Orlandi, la famiglia: “Aprite quella tomba nel cimitero teutonico vaticano”

Di Laura Melissari
Pubblicato il 4 Mar. 2019 alle 15:22 Aggiornato il 4 Mar. 2019 alle 15:25
0
Immagine di copertina

Il mistero dell’omicidio di Emanuela Orlandi si infittisce. La famiglia ha ricevuto una lettera in cui si dice che le risposte alle tante domande sulla scomparsa della giovane sarebbero custodite in un loculo del cimitero teutonico vaticano. Gli Orlandi hanno allora fatto istanza al Vaticano chiedendo di aprire la tomba per fare le dovute indagini. Da anni diverse persone si recano a pregare per la ragazza proprio su quella tomba.

A questo link abbiamo raccontato la storia della scomparsa di Emanuela Orlandi.

La legale della famiglia, Laura Sgrò, che ha ricevuto la lettera, ha scritto al segretario di Stato vaticano, chiedendo, oltre all’apertura della tomba, anche alcune informazioni aggiuntive.

La lettera, corredata da una fotografia, risale all’estate scorsa. Nella missiva si legge: “Cercate dove indica l’angelo” e si riferisce alla statua di un angelo che si trova nel cimitero teutonico. Sulla statua vi è una scritta in latino “Requiescat in pace”, “Riposa in pace”.

“Certe cose bisogna chiarirle per escluderle. Sono andata a verificare le condizioni della tomba, ho fatto tutti gli accertamenti che era possibile fare, ora dobbiamo attendere le autorizzazioni. L’angelo e la lastra della tomba sono chiaramente elementi di due periodi storici differenti”, ha detto l’avvocata Sgrò.

Il Vaticano sta valutando la richiesta: “Posso confermare che la lettera della famiglia di Emanuela Orlandi è stata ricevuta dal cardinale Pietro Parolin e che verranno ora studiate le richieste rivolte nella lettera”, ha detto il direttore della Sala Stampa della Santa Sede, Alessandro Gisotti.

Le richieste degli Orlandi, oltre a quella dell’apertura della tomba, contemplano anche l’audizione di alcune persone coinvolte con il caso e che sono ancora in vita: il cardinale Giovanni Battista Re, il cardinale Eduardo Martinez Somalo e il cardinale Angelo Sodano.

La procura di Roma non ha mai sentito i 3, nonostante le varie richieste già a partire dal 1994.

Leggi anche: Emanuela Orlandi è viva? Le ipotesi che si sono susseguite negli anni

Il cimitero dei Teutonici e dei Fiamminghi, chiamato anche cimitero Teutonico o campo santo Teutonico, si trova a Roma, in via della Sagrestia 17. Confina con la Città del Vaticano, tra la basilica di San Pietro e la sala per le udienze Paolo VI ed è considerato come l’unico cimitero all’interno del Vaticano.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.