Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 22:11
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » News

“C’è una dj da violentare”: si dimette il consigliere della Lega di Bolzano

Immagine di copertina

Kevin Masocco aveva inizialmente negato che la voce appartenesse a lui

Il consigliere della Lega di Bolzano Kevin Masocco ha rassegnato le dimissioni dopo lo scandalo del messaggio audio in cui invitava gli amici a raggiungerlo in un locale perché “c’è una dj fig.. da violentare”.

Inizialmente Masocco aveva negato che la voce nella registrazione fosse la sua, ma una settimana dopo ha dovuto ammettere le sue responsabilità.

“Dopo quasi una settimana di silenzio ho deciso di prendere pubblicamente posizione riguardo quanto successo”, ha scritto l’ormai ex consigliere in una nota. “Quella che è stata una bravata, per quanto inopportuna e condannabile, si è trasformata in un accanimento mediatico contro la mia persona”.

“In questa vicenda ho sbagliato due volte: la prima ad affermare cose inopportune delle quali mi vergogno e mi dispiaccio, la seconda – complice la mia giovane età e inesperienza – aver negato la paternità del file audio”, spiega Massocco.

“Non voglio però che quanto accaduto diventi un attacco non solamente alla mia persona, alla mia famiglia, ma anche alla Lega. Per questo motivo  ho deciso di assumermi le mie responsabilità e rassegnare, con grande dolore, le mie dimissioni da consigliere comunale”.

La vicenda

Il quotidiano Tageszeitung ha pubblicato un audio in cui si sente il consigliere della Lega Massocco dire: “Venite allo Juvel, c’è una dj fig.. da violentare”.

L’audio, destinato inizialmente ad una chat privata, era diventato presto virale iniziando a circolare sui social, tanto che il comitato delle Pari opportunità aveva chiesto le dimissioni del consigliere.

Masocco aveva inizialmente respinto le accuse e si era difeso affermando che la voce che si sentiva nell’audio non fosse la sua. Secondo il consigliere leghista si trattava semplicemente di un complotto per mettere in cattiva luce la Lega.

Una settimana dopo però arriva la smentita: la voce nell’audio era effettivamente la sua e il consigliere non ha potuto far altro che rassegnare le sue dimissioni e scusarsi tanto per i commenti quanto per aver mentito.

Leggi anche: “Frittelle gratis solo ai bambini italiani”: la proposta del consigliere di Fratelli d’Italia di Mantova

Ti potrebbe interessare
Esteri / Bernie Madoff e lo schema Ponzi: muore a 82 anni il più grande truffatore della storia americana
News / L’italiana Alessandra Galloni sarà la prima donna a dirigere l’agenzia Reuters in 170 anni di storia
Economia / I giovani lanciano gli Stati Generazionali: “Diamo voce a chi voce non ha”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Bernie Madoff e lo schema Ponzi: muore a 82 anni il più grande truffatore della storia americana
News / L’italiana Alessandra Galloni sarà la prima donna a dirigere l’agenzia Reuters in 170 anni di storia
Economia / I giovani lanciano gli Stati Generazionali: “Diamo voce a chi voce non ha”
News / In difesa dello “stupratore razzista Montanelli” (di Luca Telese)
News / Dillo con una poesia: oggi è la Giornata Mondiale della Poesia e questi versi vi faranno bene all’anima
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI