Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 07:31
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » News

Cosa è successo oggi nel mondo

Immagine di copertina

Le notizie senza giri di parole su The Post Internazionale

Bahrein: l’attivista per i diritti umani Nabeel Rajab è stato condannato a sei mesi di carcere per oltraggio alle istituzioni, dopo aver definito su Twitter gli organismi di sicurezza del Paese un “incubatore ideologico” per i jihadisti dell’Isis.

Yemen: i ribelli houthi hanno preso d’assalto il palazzo presidenziale nella capitale Sana’a. Non è ancora chiaro se il presidente si trovi nel palazzo.

Isis: in un video i miliziani hanno minacciato di uccidere gli ostaggi giapponesi Kenji Goto e Haruna Yukawa a meno che il loro governo non paghi 200 milioni di dollari entro 72 ore. Il primo ministro del Giappone Shinzo Abe ha chiesto l’immediato rilascio dei due prigionieri.

India: la corte suprema ha annullato la condanna all’ergastolo per Tomaso Bruno ed Elisabetta Boncompagni, due cittadini italiani che erano reclusi dal 2010 con l’accusa di omicidio.

Francia: cinque cittadini russi di origine cecena sono stati arrestati ieri nel sudest del Paese perché sospettati di preparare un attentato.

Francia: Fritz-Joly Joachin, cittadino francese arrestato in Bulgaria che secondo le autorità sarebbe legato ai fratelli Kouachi, autori dell’attentato contro Charlie Hebdo, sarà estradato nel suo Paese.

Italia: la corte costituzionale ha dichiarato inammissibile il referendum sulla legge Fornero promosso dalla Lega Nord.

Libia: si sono perse le tracce del rappresentante del Paese presso l’Opec, Samir Salem Kamal, di cui non si hanno notizie dal 15 gennaio.

Stati Uniti: due cittadini yemeniti sono stati accusati di aver progettato attentati contro i militari statunitensi di stanza in Afghanistan e di aver fornito il proprio sostegno ad Al Qaeda.

Ucraina: l’esercito ha accusato le truppe russe di aver attaccato le proprie postazioni nell’est del Paese, violando gli accordi di pace.

Turchia: la polizia ha arrestato oltre venti persone legate alle agenzie di telecomunicazioni e sospettate di aver intercettato illegalmente alcune alte cariche politiche.

Repubblica Centrafricana: le milizie anti-balaka hanno liberato dopo alcune ore la dipendente dell’Onu che avevano rapito. In cambio del suo rilascio, i guerriglieri chiedevano la liberazione di un loro leader arrestato il 18 gennaio.

Tunisia: il blogger Yassine Ayari è stato condannato a un anno di carcere per oltraggio contro l’esercito. Il blogger si era più volte mostrato critico verso il partito laico Nidaa Tounes, da poco al governo nel Paese.

Stati Uniti: alle 21 di Washington il presidente Barack Obama terrà il discorso annuale sullo stato dell’unione.

Egitto: le autorità hanno riaperto provvisoriamente il valico di Rafah che collega il Paese con i territori palestinesi. Era stato chiuso lo scorso 24 ottobre in seguito a due attentati nella regione del Sinai che avevano ucciso 31 militari.

Uganda: Dominic Ongwen, uno dei capi del gruppo ribelle dell’Esercito di resistenza del Signore (Lra), è in viaggio verso L’Aja dove sarà processato dalla Corte penale internazionale per crimini di guerra e crimini contro l’umanità.

Grecia: un algerino arrestato ad Atene lo scorso 18 gennaio con l’accusa di avere legami con la cellula jihadista smantellata in Belgio sarà estradato.

Russia: il ministro dell’Economia Anton Silouanov ha annunciato che il piano di salvataggio per le banche del Paese riguarderà circa trenta istituti.

Armenia: morto un soldato negli scontri di confine con l’Azerbaigian nella regione contesa del Nagorno-Karabakh.

Indonesia: secondo le autorità il volo AirAsia sarebbe precipitato per essere salito ad alta quota troppo velocemente.

Nepal: tensioni in parlamento a causa del mancato consenso della nuova costituzione proposta dal governo.

Repubblica Democratica del Congo: un edificio pubblico di Kinshasa è stato dato alle fiamme durante le proteste contro la riforma della legge elettorale. Per fermare le proteste il governo ha chiesto di bloccare l’accesso a internet.

Zambia: il Paese oggi ha votato per scegliere il suo nuovo presidente.

Polonia: una corte ha ricevuto la richiesta di estradizione del regista Roman Polanski negli Stati Uniti, dove è ricercato dal 1977 per una condanna per violenza sessuale su una minorenne.

Le notizie senza giri di parole su The Post Internazionale (@thepostint).

Iscriviti alla newsletter: http://goo.gl/w2kb5E

Ti potrebbe interessare
Esteri / Bernie Madoff e lo schema Ponzi: muore a 82 anni il più grande truffatore della storia americana
News / L’italiana Alessandra Galloni sarà la prima donna a dirigere l’agenzia Reuters in 170 anni di storia
Economia / I giovani lanciano gli Stati Generazionali: “Diamo voce a chi voce non ha”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Bernie Madoff e lo schema Ponzi: muore a 82 anni il più grande truffatore della storia americana
News / L’italiana Alessandra Galloni sarà la prima donna a dirigere l’agenzia Reuters in 170 anni di storia
Economia / I giovani lanciano gli Stati Generazionali: “Diamo voce a chi voce non ha”
News / In difesa dello “stupratore razzista Montanelli” (di Luca Telese)
News / Dillo con una poesia: oggi è la Giornata Mondiale della Poesia e questi versi vi faranno bene all’anima
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI