Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 19:42
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » News

Cosa sappiamo finora sull’uccisione a Milano dell’attentatore di Berlino

Immagine di copertina

Durante un controllo di routine a Sesto San Giovanni, due agenti hanno fermato un uomo che alla richiesta di mostrare i documenti ha estratto una pistola e sparato

L’autore dell’attentato contro un mercatino natalizio di Berlino dello scorso 19 dicembre, Anis Amri, è stato ucciso dalla polizia a Milano.

– Durante un controllo di routine in piazza Primo Maggio a Sesto San Giovanni, intorno alle 3 di questa notte, una pattuglia della polizia di stato composta da due persone ha fermato un uomo che si aggirava con fare sospetto.

– Alla richiesta di mostrare i documenti, l’uomo ha estratto una pistola e sparato. L’uomo aveva con sé un’arma carica, la stessa che sarebbe stata utilizzata per uccidere l’autista polacco del tir utilizzato per compiere l’attentato

– Ha colpito l’agente che gli aveva chiesto i documenti Cristian Movio, il quale è stato ricoverato ma non è in pericolo di vita.

– L’agente scelto Luca Scatà, rimasto illeso, ha reagito al fuoco uccidendo l’aggressore.

– Dopo le indagini svolte sull’episodio, è risultato senza ombra di dubbio che l’uomo ucciso a Milano è Anis Amri, 24enne tunisino, ricercato in tutta Europa per l’attacco di Berlino del 19 dicembre scorso, nel quale sono rimaste uccise 12 persone.

– Il ministro dell’Intero italiano Marco Minniti ha rilasciato una dichiarazione in conferenza stampa alle ore 11:05 confermando le circostanze dell’uccisione di Amri e la sua identità.

– Il ministro Minniti ha detto di aver immediatamente informato le autorità tedesche.

– Anis Amri sarebbe arrivato in Italia dopo l’attentato passando per la Francia, ma non è chiaro se abitasse a Milano e si fosse spostato a Berlino solo per compiere l’attacco.

– Anche l’agenzia di stampa del sedicente Stato islamico, Amaq, ha confermato che l’uomo ucciso è Anis Amri.

– Amri aveva giurato fedeltà all’Isis in un video girato a Berlino e diffuso dai media venerdì 23 dicembre.

– La cancelliera tedesca Angela Merkel ha ringraziato l’Italia e ha fatto i suoi auguri all’agente ferito.

La conferenza stampa del ministro Marco Minniti: 

Ti potrebbe interessare
Esteri / Bernie Madoff e lo schema Ponzi: muore a 82 anni il più grande truffatore della storia americana
News / L’italiana Alessandra Galloni sarà la prima donna a dirigere l’agenzia Reuters in 170 anni di storia
Economia / I giovani lanciano gli Stati Generazionali: “Diamo voce a chi voce non ha”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Bernie Madoff e lo schema Ponzi: muore a 82 anni il più grande truffatore della storia americana
News / L’italiana Alessandra Galloni sarà la prima donna a dirigere l’agenzia Reuters in 170 anni di storia
Economia / I giovani lanciano gli Stati Generazionali: “Diamo voce a chi voce non ha”
News / In difesa dello “stupratore razzista Montanelli” (di Luca Telese)
News / Dillo con una poesia: oggi è la Giornata Mondiale della Poesia e questi versi vi faranno bene all’anima
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI