Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 22:52
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » News

Cori razzisti contro un giocatore di basket: “Zingaro di m****”, la reazione della squadra

Immagine di copertina

Il razzismo è arrivato anche sui campi da basket. A Catanzaro grande scalpore ha fatto una partita di basket in cui uno dei giocatori è stato insultato dagli avversari. “Slavo e zingaro di m*****”, gli hanno urlato dagli spalti.

I compagni di squadra non si sono lasciati intimorire dai cori razzisti e hanno reagito lasciando la partita per solidarietà al compagno.

Il giocatore vittima degli insulti è Nikola Markovic, che gioca nella Mastria Vending Virtus Under 18 di Catanzaro. Dall’altra parte del campo la squadra del Cus di Bari.

L’episodio razzista si è verificato nel campionato di Eccellenza under 18.

“I campioncini baresi anziché marcare la forte ala giallorossa con tecnica ed agonismo, hanno adottato la scelta dell’insulto razzista in continuo. Zingaro e slavo di mer…i più ricorrenti”, ha scritto la società sportiva di Catanzaro su Facebook.

L’arbitro non ha interrotto la partita, nonostante gli insulti ripetuti e continui. Anzi, come denuncia la società, è stato lo stesso Markovic a essere espulso, perché “reo di aver protestato contro la condotta razzista dei giovani eroi biancorossi”.

I suoi compagni hanno deciso allora di reagire, uscendo insieme a lui dopo l’espulsione. Solidarietà anche dall’allenatore e dai tecnici della squadra catanzarese. Il Cus di Bari si è difeso dicendo che solo un giocatore si è reso protagonista degli insulti razzisti, e che sarà escluso dalle prossime gare di campionato.

A denunciare l’episodio anche il sindaco della città Sergio Abramo, il presidente del Consiglio comunale, Marco Polimeni, e la deputata Wanda Ferro: “Alla prossima partita saremo sugli spalti a sostegno dei ragazzi della Mastria”.

“Ovviamente, per solidarietà a Nicola dopo l’espulsione, ancorché mancassero 40’’, i compagni hanno smesso di giocare, così mettendo in risalto la gravità dell’accaduto e la pari deprecabile condotta degli arbitri baresi”, ha scritto ancora la società sportiva.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Bernie Madoff e lo schema Ponzi: muore a 82 anni il più grande truffatore della storia americana
News / L’italiana Alessandra Galloni sarà la prima donna a dirigere l’agenzia Reuters in 170 anni di storia
Economia / I giovani lanciano gli Stati Generazionali: “Diamo voce a chi voce non ha”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Bernie Madoff e lo schema Ponzi: muore a 82 anni il più grande truffatore della storia americana
News / L’italiana Alessandra Galloni sarà la prima donna a dirigere l’agenzia Reuters in 170 anni di storia
Economia / I giovani lanciano gli Stati Generazionali: “Diamo voce a chi voce non ha”
News / In difesa dello “stupratore razzista Montanelli” (di Luca Telese)
News / Dillo con una poesia: oggi è la Giornata Mondiale della Poesia e questi versi vi faranno bene all’anima
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI