Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 17:32
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » News

Come il dito medio è diventato un gesto offensivo

Immagine di copertina

Da secoli è un gesto denigratorio diffuso in tutto il mondo, ma come è nato?

Quante volte una persona alza il dito medio come offesa verso qualcuno? Che si tratti di un automobilista che ha fatto un sorpasso azzardato, di una persona verso cui si vuole manifestare dissenso un semplice gesto di rabbia generica, il dito medio alzato rimane un insulto universalmente diffuso e riconoscibile.

Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

Le origini di questo popolare gesto sono antichissime e le prime testimonianze risalgono all’Antica Grecia. Fu proprio ad Atene che il filosofo Diogene, nel Quarto secolo avanti Cristo, mostrò il dito medio a uno straniero che gli chiese dove avrebbe potuto vedere il celebre demagogo Demostene. “Questo è il famoso demagogo di Atene”, rispose Diogene, alzando il dito.

Questo gesto voleva simboleggiare, per somiglianza di forma, un pene, e per questo aveva accezione volgare, e indirettamente l’invito a un rapporto anale, ad “andare a fanculo”, appunto. Proprio in questo senso è ancora oggi interpretato il dito medio alzato. Talvolta a rafforzare il gesto di un rapporto, il dito medio si accompagna anche con il celebre gesto dell’ombrello, rendendo ancora più esplicito l’insulto.

Giulio Polluce, studioso greco del Secondo secolo dopo Cristo, riporta che nel dialetto attico il dito medio veniva chiamato con una parola che indicava anche una persona perversa. Per la stessa ragione, i latini lo chiamavano “dito impudente” e Isidoro di Siviglia riporta che veniva alzato per ammonire dopo un’azione impudica.

Probabilmente è proprio grazie ai Romani che questo gesto si diffonde, dal momento che l’espansione del loro Impero portò tratti culturali latini e greci in tutta l’Europa e il bacino del mediterraneo, tra cui questo.

Un gesto molto simile è quello – usato nei paesi anglosassoni – di alzare indice e medio in segno denigratorio. L’origine di quest’altro gesto risale al 1415, durante la battaglia di Agincourt nella guerra dei Cento anni, quando gli inglesi sconfissero i francesi grazie ai loro poderosi arcieri. Per questo, i francesi erano soliti amputare indice e medio agli arcieri inglesi catturati, le due dita usate per tendere la corda dell’arco. E proprio per questo gli arcieri inglesi mostravano loro quelle due dita verso i francesi in segno di spregio.

Talvolta, l’origine dei due gesti è confusa, ma come abbiamo visto è ben distinta anche a livello storico.

Nel 2010 l’artista Maurizio Cattelan ha realizzato una scultura chiamata L.O.V.E. a Milano, di fronte alla sede della Borsa, raffigurante una mano con tutte le dita mozzate ad eccezione del medio, e per questo associata alle proteste che in quegli anni erano in corso contro l’alta finanza.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Bernie Madoff e lo schema Ponzi: muore a 82 anni il più grande truffatore della storia americana
News / L’italiana Alessandra Galloni sarà la prima donna a dirigere l’agenzia Reuters in 170 anni di storia
Economia / I giovani lanciano gli Stati Generazionali: “Diamo voce a chi voce non ha”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Bernie Madoff e lo schema Ponzi: muore a 82 anni il più grande truffatore della storia americana
News / L’italiana Alessandra Galloni sarà la prima donna a dirigere l’agenzia Reuters in 170 anni di storia
Economia / I giovani lanciano gli Stati Generazionali: “Diamo voce a chi voce non ha”
News / In difesa dello “stupratore razzista Montanelli” (di Luca Telese)
News / Dillo con una poesia: oggi è la Giornata Mondiale della Poesia e questi versi vi faranno bene all’anima
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI