Sull’aereo la comandante è donna: insulti sessisti, risatine e battute offensive

Di Laura Melissari
Pubblicato il 17 Dic. 2018 alle 07:16 Aggiornato il 17 Dic. 2018 alle 07:30
0
Immagine di copertina

Frasi sessiste contro la comandante di un volo Blue Air Torino-Bari. È quello che è successo su un aereo decollato dall’aeroporto piemontese, e pilotato dalla comandante Laura. Il nome femminile della donna, alle presentazioni iniziali prima del decollo, ha scatenato risatine e insulti sessisti.

“I primi commenti sono arrivati quando eravamo ancora sulla scaletta”, racconta il giornalista Gianni Svaldi, sul magazine Radici Future. “Non solo dagli uomini, ma soprattutto dalle donne. E ogni gradino si trasformava in un podio di inciviltà”, prosegue.

Una signora vicino a lui poi ha detto: “Mi faccio il segno della croce”. E ancora, un altro uomo, racconta il giornalista, facendo un gesto scaramantico poco elegante, ha esclamato: “Madonna mia”. Un altro, definendo la comandante “co-pilota”, ha detto: “Speriamo non si metta a chattare”. E giù di grasse risate e allusioni di ogni genere.

Il volo, neanche a dirlo, è arrivato in perfetto orario, e senza alcun intoppo. “Ogni volta che volerò penserò alle tante Laura che portano sulla schiena il peso di essere donne, ma riportano a casa i loro passeggeri sani e salvi. Anche gli imbecilli”.

Secondo le stime di TrueNumbers, riferite dal Corriere della Sera, solo il 6 per cento dei piloti nell’aviazione civile è donna.

In Italia la prima donna pilota è stata Fiorenza De Bernardi nel 1967, figlia del pioniere dell’aeronautica italiana Mario De Bernardi.

“Subito mi hanno chiesto se volessi indossare i pantaloni o la gonna. Ho risposto che preferivo la gonna perché volevo essere sicura che anche da lontano si vedesse che c’era una donna”, ha raccontato De Bernardi in un’intervista a Vanity Fair.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.