Covid ultime 24h
casi +13.331
deceduti +488
tamponi +286.331
terapie intensive -4

Bambini non vaccinati paragonati agli ebrei vittime della shoah: i vergognosi manifesti no vax

Di Laura Melissari
Pubblicato il 19 Feb. 2019 alle 14:59
0
Immagine di copertina

Bambini non vaccinati paragonati ai bambini vittime della shoah. È il terribile paragone che appare sui manifesti no vax che hanno scatenato proteste e indignazione a Trento.

“La storia si ripete”, si legge sui cartelloni in cui vengono accostate la foto di un bambino ebreo in un campo di sterminio e quella di un bambino non vaccinato escluso da scuola.

“La teoria della superiorità della razza ariana giustifica le esclusioni scolastiche” si legge da un lato, “la teoria dell’immunità di gregge vaccinale umana giustifica le esclusioni scolastiche”, si legge dall’altro.

Gli autori della campagna hanno dunque paragonato l’esclusione da scuola dei bambini che non rispettano l’obbligo vaccinale, all’esclusione dei bambini ebrei dalle scuole dopo le leggi razziali.

Vaccinazismo è lo slogan che accompagna il manifesto, marchiato SìAmo, un gruppo di protesta “per la libertà di scelta”. “SIAMO i cittadini responsabili SIAMO i genitori consapevoli SIAMO il popolo sovrano”, si legge nella descrizione del gruppo no-vax su Facebook.

“Da vaccinato e padre di figli vaccinati continuo a pensare che la questione vaccini vada affrontata seriamente entrando nel merito dei possibili danni che può creare soprattutto nella metodologia oltre all’obbligatorietà di un numero cosi elevato degli stessi. Poi arriva una campagna pubblicitaria di questo tipo che mina seriamente il lavoro fatto ed i tentativi di confronto. Condanno nel modo più serio e fermo questo oltraggio. Dimostra spregio della storia, delle vite umane che sono state distrutte, delle famiglie che ne hanno e che ne soffrono ancora. Fa parte di una deriva che mi spaventa e che pare permettere tutto a tutti e che può finire nell’impedire poi tutto a tutti….la storia dovrebbe insegnare qualcosa ma pare non sia così”, ha detto il consigliere comunale di Trento del Movimento 5 Stelle Andrea Maschio. Il consigliere ha chiesto al sindaco di vietare la sosta dei camion che trasportano i manifesti incriminati.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.