Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 19:58
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » News

Il Partito Comunista attacca Alberto Angela: “Dice il falso sulle deportazioni degli ebrei russi in Germania”

Immagine di copertina
Alberto Angela

Il Partito Comunista di Marco Rizzo attacca il conduttore: "L'URRS fu rifugio per migliaia di ebrei, non li consegnò mai ai nazisti"

Duro attacco ad Alberto Angela da parte del Partito Comunista di Marco Rizzo.

Il celebre conduttore televisivo, nella scorsa puntata della trasmissione Ulisse, si è occupato tra le altre cose delle presunte deportazioni di ebrei russi in Germania durante la seconda guerra mondiale.

Angela ha sostenuto che l’Unione Sovietica consegnò i propri cittadini ebrei ai nazisti.

Per il Partito Comunista si tratta di una falsificazione storica bella e buona. Questo il tweet:

“Nella scorsa puntata di Ulisse si afferma che l’URSS consegnò ebrei ai tedeschi. FALSO. L’URRS u rifugio per migliaia di ebrei e liberò gran parte dei campi di concentramento nazisti. Basta equiparazioni e falsificazioni storiche anticomuniste”

Sulla puntata si era espresso, in questo caso favorevolmente, anche Ruth Dureghello, presidente della Comunità ebraica di Roma, in riferimento al 75esimo anniversario della deportazione degli ebrei dalla capitale.

“Una delle cose che più ho apprezzato è il grande coraggio di Alberto Angela e degli autori della trasmissione di realizzare un prodotto di questo tipo per la prima serata del sabato sera”, le sue parole riportate da La Repubblica.

“Parlare di memoria e far comprendere quanto è accaduto è un esercizio difficile i cui risultati sono però visibili per chi guarda la puntata”.

“Dobbiamo parlare di queste cose – aveva sottolineato Angela prima della puntata – perché non vengano dimenticate. Dalla ex Yugoslavia al Ruanda i genocidi hanno continuato a esistere. Chi si occupa di Storia sa che con il passare delle generazioni i fatti si stemperano ma non deve succedere. Quel che è accaduto ai tempi dei nostri nonni, non lontanissimi, può accadere di nuovo. Ricordare è un vaccino, significa creare anticorpi affinché non accada mai più”.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Bernie Madoff e lo schema Ponzi: muore a 82 anni il più grande truffatore della storia americana
News / L’italiana Alessandra Galloni sarà la prima donna a dirigere l’agenzia Reuters in 170 anni di storia
Economia / I giovani lanciano gli Stati Generazionali: “Diamo voce a chi voce non ha”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Bernie Madoff e lo schema Ponzi: muore a 82 anni il più grande truffatore della storia americana
News / L’italiana Alessandra Galloni sarà la prima donna a dirigere l’agenzia Reuters in 170 anni di storia
Economia / I giovani lanciano gli Stati Generazionali: “Diamo voce a chi voce non ha”
News / In difesa dello “stupratore razzista Montanelli” (di Luca Telese)
News / Dillo con una poesia: oggi è la Giornata Mondiale della Poesia e questi versi vi faranno bene all’anima
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI
News / Notizie di oggi: l'agenda quotidiana di TPI