Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 18:35
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Milano

Milano, Salvini telefona ad Albertini: “Sfida tu Sala”. Ma i sondaggi bloccano l’ex sindaco

Immagine di copertina
Gabriele Albertini, Matteo Salvini e Beppe Sala. Credits: ANSA

Perché il centrodestra non ha ancora annunciato il nome del suo candidato Sindaco, del quale si parla ormai da un anno?

Nelle ultime ore a Milano è tutto un inseguirsi di voci su sondaggi che dovrebbero essere riservatissimi e che invece puntualmente escono dalle segrete stanze. E, come spesso accade in queste situazioni, il responso dipende non solo da chi li esegue, ma anche da chi li commissiona.

Così Matteo Salvini telefona a Gabriele Albertini spronandolo ad accettare il ruolo di sfidante di Beppe Sala, forte di una proiezione che lo stima in grado di tornare a Palazzo Marino. Ma nel contempo il centrosinistra si frega le mani di fronte a un sondaggio diametralmente opposto: il vantaggio del Sindaco in carica risulta tale da prevedere non solo una facile vittoria, ma anche una clamorosa rimonta nel governo dei nove municipi del decentramento cittadino. Nel 2011 erano tutti in mano al Pd e ai suoi alleati, nel 2016 è finita 5-4 per il centrodestra e oggi il centrosinistra è avanti in ben otto circoscrizioni su nove.

Sempre, appunto, secondo i sondaggi fatti fare da Sala. In ogni caso sono dati da prendere con beneficio di inventario, anche perché le rilevazioni sono state fatte “al buio”, con le liste ancora ben lontane dall’essere ufficializzate. Oltre ai big che possono spostare molte preferenze a livello cittadino, devono ancora essere designati i candidati presidenti di Municipio, che a loro volta possono essere l’ago della bilancia, soprattutto laddove i partiti sono impegnati in testa a testa all’ultimo voto. Un esempio eloquente è dato proprio nell’unico Municipio dove Sala oggi non sarebbe certo di prevalere (il 7): cinque anni fa l’ex commissario di Expo vi raccolse più voti rispetto all’avversario Stefano Parisi, ma a livello di circoscrizione il Municipio venne conquistato dal candidato di centrodestra. Mai trascurare le questioni locali.

Insomma: è ancora grande l’incertezza sotto il cielo di Milano e anche per questo il candidato Sindaco del centrodestra sta tardando più di Godot. Albertini nicchia e non tanto per la riapertura dell’indagine nei suoi confronti: martedì prossimo dovrà infatti presentarsi al Tribunale di Brescia, in seguito a una querela per diffamazione e calunnia presentata dal pm Robledo, per fatti di dieci anni fa.

Non sarebbe tanto questo a preoccuparlo, quanto il fatto che ancora non ci sia un convinto e pieno assenso da parte di tutto il centrodestra rispetto alla sua candidatura. Salvini è di fatto il suo king-maker e a Fratelli d’Italia sta bene accettare il candidato “in quota Lega”: il dettaglio non è indifferente sia prima delle elezioni, quando si tratta di mettere mano al portafoglio per finanziare la campagna elettorale, che dopo, quando i conti si fanno sulle preferenze.

Manca però un tassello decisivo del puzzle: Silvio Berlusconi, che ha più volte puntato su Albertini come candidato a Milano, in Parlamento e in Europa e che oggi invece sembra freddino. Che abbia anche lui i suoi personali sondaggi riservatissimi?

Leggi anche: 1. Milano, candidato sindaco cercasi: ipotesi Albertini per trovare un accordo nel centrodestra; // 2. Lombardia: a rischio la candidatura di Moratti per il dopo Fontana. Pesano i disastri sulla sanità; // 3. Regione Lombardia: Mirabelli annuncia un’interrogazione sulla nomina di Cordone

Ti potrebbe interessare
Milano / Sindaco di Milano, spunta il nome di Vittorio Feltri: "Ho ricevuto qualche segnale"
Milano / Snam: nuova sede a Milano nel distretto “Symbiosis” di Covivio, iniziativa di rigenerazione urbana a Sud di Porta Romana
Milano / Milano, Albertini si ritira: crescono le azioni di Lupi, ma crollano quelle di Salvini
Ti potrebbe interessare
Milano / Sindaco di Milano, spunta il nome di Vittorio Feltri: "Ho ricevuto qualche segnale"
Milano / Snam: nuova sede a Milano nel distretto “Symbiosis” di Covivio, iniziativa di rigenerazione urbana a Sud di Porta Romana
Milano / Milano, Albertini si ritira: crescono le azioni di Lupi, ma crollano quelle di Salvini
Milano / Milano, alta tensione nel centrodestra: Salvini e Berlusconi devono scegliere tra Lupi e Albertini
Cronaca / “Vietato vestirsi da prostituta”: fa discutere il regolamento leghista di un comune del milanese
Milano / 25 Aprile: che mondo sarebbe senza Liberazione? Il video con Massimiliano Loizzi e Cochi Ponzoni
Milano / Elezioni comunali, Milano: gli errori della sinistra e una città da ricostruire dopo il Covid (di Louise and Me)
Milano / Regione Lombardia: Mirabelli annuncia un’interrogazione sulla nomina di Cordone
Cronaca / San Siro, le radici del disagio: nel buio della politica, l’unica luce è il volontariato
Milano / Retroscena TPI – Nel M5S si pensa a Toninelli come candidato presidente della Lombardia