Me

Scarlett Johansson: “I paparazzi sono pericolosi. Prima o poi qualcuno morirà come Lady D per colpa loro”

Di Veronica Di Benedetto Montaccini
Pubblicato il 11 Apr. 2019 alle 09:26 Aggiornato il 12 Set. 2019 alle 03:06
Immagine di copertina

Attimi di terrore per l’attrice Scarlett Johansson. “I paparazzi sono stalker, prima o poi qualcun altro morirà come Lady Diana”, ha detto dopo essere stata protagonista di uno spiacevole episodio.

Qualche giorno fa Scarlett è stata inseguita da un gruppo di paparazzi a Los Angeles, California, e terrorizzata dall’accaduto, ha voluto condividere la sua esperienza, come viene riportato sul magazine di gossip People.

“Sono stata inseguita da cinque auto con i vetri oscurati, dentro c’erano uomini che con luci rosse e flash mettevano a rischio altri conducenti e pedoni. Tutto questo per seguirmi e scoprire dove stessi andando… E tutto questo è perfettamente legale”, ha raccontato la bellissima Johansson, ospite del programma tv Jimmy Kimmel Live.

Nessuna ferita riportata, per fortuna, dopo l’incidente, ma Scarlett ha voluto evidenziare come certi episodi espongano a pericolosi rischi, ricordando il terribile incidente che vide coinvolta Lady Diana nel 1997 proprio mentre tentava di seminare i paparazzi.

“Le donne negli Usa sono perseguitate, molestate e spaventate, e una legge universale sullo stalking deve essere la priorità. Finché i paparazzi non verranno considerati dalla legge degli stalker criminali quali sono, è solo questione di tempo e prima o poi qualcuno rimarrà ferito o ucciso, proprio come la Principessa Diana”, ha sottolineato.

La diva ha definito “stalker” i fotografi e si è rivolta alle autorità competenti per segnalare l’accaduto.

> Scarlett Johansson è stata attaccata dalla comunità LGBTQ per la sua interpretazione di un gangster transessuale