Me

Sanremo 2019, Lorella Cuccarini: “Standing ovation per Fabrizio Frizzi? Ma se non gli hanno mai proposto di presentarlo”

Polemica la ballerina che si schiera dalla parte del conduttore scomparsa prematuramente

Di TPI
Pubblicato il 6 Feb. 2019 alle 10:32 Aggiornato il 12 Set. 2019 alle 08:29
Immagine di copertina
Lorella Cuccarini e Fabrizio Frizzi

“Standing ovation per #FabrizioFrizzi a Sanremo… ma in tanti anni non gli è mai stato proposto di presentarlo. #manchi #FestivalDiSanremo”. Lo ha detto la showgirl Lorella Cuccarini che, su Twitter, si è tolta qualche sassolino dalla scarpa.

> QUI LA NOSTRA DIRETTA LIVE DEL FESTIVAL DI SANREMO 2019

> QUI LA DIRETTA DELLA SECONDA SERATA

Il riferimento di Cuccarini va all’intenso applauso dedicato al conduttore (scomparso nel 2018) e partito nel corso della conferenza stampa del Festival del 5 febbraio 2019, giorno del suo 61esimo compleanno. La ballerina era molto legata a Frizzi e non ha apprezzato la scelta della Rai di non avergli mai chiesto di presentare la rassegna musicale.

Il pubblico, comunque, nel corso della prima serata ha fatto un forte applauso in ricordo del conduttore.

La reazione dei social

Buona parte del web ha appoggiato la posizione di Lorella Cuccarini. “È stato uno dei più bravi ed eleganti, ho pensato tante volte che Frizzi meritasse quel palco. Oggi, purtroppo, pare che tutti possano condurre senza essere conduttori”, si legge su Twitter.

Tra i commenti appare anche: “Fabrizio era fuori dai ‘giri’. Faceva seriamente il suo lavoro e andava via sorridendo senza perdere tempo in chiacchiere e incontri per lui inutili. Grande perdita per tutti noi che usufruiamo della televisione”.

E ancora: “Fabrizio Frizzi ha vinto la sfida più grande che tante persone dello spettacolo si sognano, ha l’amore di un intera nazione perché era uno di casa, un signore e nonostante tutto lui non ha mai fatto polemica. Rimarrà nei nostri ricordi proprio perché era un puro”.

LEGGI ANCHE: Tra Lorella Cuccarini e Heather Parisi è di nuovo guerra

La morte di Fabrizio Frizzi

Dentro il Rojava, guerra di Siria

La televisione ha pianto a lungo la scomparsa di Fabrizio Frizzi. Il conduttore televisivo è morto il 26 marzo 2018 all’età di 60 anni.

Frizzi era un personaggio popolarissimo, amato dal pubblico per la sua simpatia e semplicità. Un galantuomo, che sapeva rendersi familiare ai telespettatori con uno stile garbato, educato, mai sopra le righe.

Dentro il Rojava, guerra di Siria

“Aprire gli occhi venendo a sapere che Fabrizio Frizzi li ha chiusi per sempre è stato terribile. Se ne va un amico carissimo e un grande collega, ma soprattutto una persona buona”, aveva scritto subito dopo la notizia Giancarlo Magalli sul suo profilo Facebook.

Il conduttore romano è stato colpito da un’emorragia cerebrale. Già il 23 ottobre 2017 era stato colto da un malore, un’ischemia, durante la registrazione di una puntata del programma L’eredità. (Qui l’ultima intervista di Fabrizio Frizzi).

Ricoverato al Policlinico Umberto I di Roma, era stato dimesso alcuni giorni dopo. Frizzi era tornato in televisione a dicembre, sempre alla guida del programma di Rai 1. Ma la volta successiva l’emorragia cerebrale gli è stata fatale.

LEGGI ANCHE: La gaffe di Caterina Balivo che fa gli auguri di Buon anno a Fabrizio Frizzi in diretta tv | VIDEO