Covid ultime 24h
casi +15.204
deceduti +467
tamponi +293.770
terapie intensive -20

Aranzulla contro la Ferragni: “Cara Chiara, fatturo più di 3 milioni all’anno. Voi influencer finirete, i miei tutorial no”

Di TPI
Pubblicato il 21 Dic. 2018 alle 08:30 Aggiornato il 12 Set. 2019 alle 11:46
24
Immagine di copertina
Chiara Ferragni e Salvatore Aranzulla

Se utilizzi internet ti sarà capitato almeno una volta di cercare qualche consiglio su come risolvere dei problemi informatici. Ecco, se l’hai fatto avrai certamente notato che il blog di Salvatore Aranzulla è tra i primi risultati che appaiono sui motori di ricerca. Il suo sito è infatti tra i 30 più visitati in Italia. 

In un’intervista rilasciata al Fatto Quotidiano, l’informatico di origini siciliane ha raccontato la sua vita, la sua carriera, i progetti per il futuro e i suoi sogni nel cassetto. 

Alla domanda sul come e cosa lo avesse fatto avvicinare al mondo della tecnologia, Aranzulla ha raccontato che la sua passione per l’informatica è nata all’inizio degli anni 2000, quando il cugino si prendeva spesso gioco di lui perché non aveva nemmeno un computer. Salvatore, un po’ geloso, lo chiese ai genitori e lo ottenne, da lì iniziò tutto.

Non avendone mai avuto uno prima di quel giorno, e non essendocene molti nel suo piccolo paese d’origine Mirabella Imbaccari, l’informatico dovette imparare da solo a utilizzare i computer e poco a poco iniziò ad aiutare e a risolvere i problemi in cui incorrevano i compagni di scuola che, come racconta, “mi portavano a casa con la forza“.

Da quel momento ebbe l’idea che rivoluzionò la sua vita: stampare dei fogli di carta in cui rispondeva alle domande che gli venivano poste più spesso. Avevo una cartellina con tutte le soluzioni ordinate: una per la stampante che non funziona, un’altra per masterizzare un CD e così via. Aranzulla.it è iniziato così: distribuendo a mano le guide alle persone del mio paese”.

Dal 2002, Salvatore Aranzulla, arriva sul web, con il suo sito. Nell’intervista non sono mancate frasi pungenti sugli influencer di oggi: “Io fatturo più di 3 milioni di euro all’anno. Gli influencer e gli youtuber magari guadagnano molto nel breve termine ma sono ospiti di una piattaforma di terzi. Se un giorno Instagram cancella il profilo della Ferragni cosa succede? Loro non apportano un valore aggiunto. Io ho un mio sito, posso deciderne in totale autonomia che farne”.

Ma qual è il sogno di Aranzulla? L’esperto di informatica risponde: “Ho studiato pasticceria a livello professionale. Il mio piatto forte sono le paste di mandorla siciliane”

24
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.