Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 19:58
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Gossip

Le 8 rivolte più strane, di cui non avete mai sentito parlare

Immagine di copertina

A volte le persone perdono le staffe per strane ragioni. Ecco una breve rassegna delle più stravaganti rivolte della storia

A volte le persone perdono le staffe e spesso accade per strane ragioni. Ecco una breve rassegna delle rivolte più stravaganti, di cui non avete mai sentito parlare.

Se ti piace questa notizia, segui TPI Pop direttamente su Facebook

1. La rivolta della birra Lager (Stati Uniti, 1855)

Quando il sindaco di Chicago emanò un’ordinanza che proibiva l’apertura dei pub di domenica e aumentava drasticamente il prezzo delle licenze per vendere liquori, la comunità di immigrati della città insorse. Dopo una serie di arresti, gruppi organizzati presero d’assalto le strade, provocando una risposta armata dei corpi di polizia. Dopo che il sindaco lasciò l’incarico, l’ordinanza fu ritirata.

2.  La rivolta contro gli abiti zoot (Stati Uniti, 1943)

A Los Angeles la giovane comunità dei Latino iniziò a indossare i cosiddetti abiti zoot, completi maschili appariscenti, caratterizzati da giacca ampia  e pantaloni larghi a vita alta. Lo stile, originariamente identificato con la musica jazz, fu poi accostato alle attività criminali delle gang, a causa di un paio di incidenti che vennero strumentalizzati e ampiamente pubblicizzati. I soldati di razza bianca ritenevano gli indossatori di questi vestiti come anti-patriottici e, in certi casi, renitenti alla leva. Ne seguirono giorni di violenza razziale, in cui ai latinos venivano strappati i vestiti di dosso. Gli attacchi si diffusero nelle più grandi città, prima di ristabilire la calma.

3. La rivolta contro i vaccini (Brasile, 1904)

Con lo scopo di modernizzare la città di Rio de Janeiro e migliorarne l’igiene, il sindaco della città varò un piano che prevedeva massicce demolizioni di vecchi palazzi e la depurazione di alcuni corsi d’acqua. Inoltre, dottori e poliziotti erano autorizzati a entrare nelle case e vaccinare gli inquilini. Alcuni considerarono tale misura eccessivamente drastica e ne conseguì una serie di rivolte, che paralizzarono la città per sei giorni. Al termine, centinaia di abitanti rimasero feriti, altri deportati e trenta morirono. Il programma di vaccinazione, dopo una breve battuta d’arresto, riprese con vigore e alcuni malattie vennero debellate.

Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

4. La rivolta dei Riti di Primavera (Francia, 1913)

Qualcosa durante la premier dei Riti di Primavera di Igor Stravinsky sconvolse il pubblico altolocato di Parigi. La musica bizzarra che accompagnava danze primitive scatenarono un putiferio. Gli spettatori iniziarono a picchiarsi durante lo spettacolo. Fortunatamente, la performance si concluse con nessun attore ferito.

5. La rivolta della prigione di Lincoln (Inghilterra, 2002)

Un semplice cambio nel menu ha scatenato una rivolta all’interno dell’istituto penitenziario inglese, nel 2002. Un piccolo gruppo di prigionieri assalirono le guardie, rubarono le chiavi e liberarono altri prigionieri che rapidamente presero il controllo dello stabile. La situazione tornò sotto controllo dopo otto ore, furono causati danni per milioni di sterline e una persona morì durante la rivolta.

6. La rivolta del Nylon (Stati Uniti, 1945)

Riserve di prodotti di nylon erano destinate ai corpi militari durante la seconda guerra mondiale. Dopo la resa del Giappone, oltre trecento milioni di paia di calze furono messe in vendita durante il periodo natalizio. Tuttavia, non furono abbastanza considerando che decine di migliaia di donne accorsero e iniziarono a contendersi i prodotti, arrecando gravi danni ai negozi.

7. La rivolta contro i cappelli di paglia (Stati Uniti, 1922)

Agli inizi del Novecento, in America, era considerato fuori moda indossare cappelli di paglia dopo una certa data in settembre. La tradizione voleva che giovani uomini potessero permettersi di togliere il cappello a chi ancora lo avesse indosso dopo quella specifica data. Nel 1922 la situazione degenerò con lo scoppio di una rissa tra un gruppo di giovani e alcuni scaricatori di porto. Nonostante la rissa venne sedata, una folla di giovani uomini iniziò ad assalire i cappellai. La polizia finalmente intervenne e riportò la situazione alla normalità.

8. La rivolta contro i dottori di New York (Stati Uniti, 1788)

Richard Bayley, direttore dell’ospedale di New York, proseguì con la tradizione inglese di profanare le tombe per scopi di ricerca, nonostante fosse illegale negli Stati Uniti. La comunità cittadina si mostrò tollerante finchè ad essere profanati erano le tombe di poveri e neri. Quando si venne a sapere che era stata riesumata anche una donna bianca, un gruppo di duemila persone si scatenò per le strade. L’evento aiutò a fermare la pratica di profanazione delle tombe da parte della comunità medica.

Se questa notizia ti è piaciuta, abbiamo creato una pagina Facebook apposta per te: segui TPI Pop

Ti potrebbe interessare
Gossip / Jennifer Lopez e Ben Affleck di nuovo insieme: il video del bacio
Gossip / Giorgia Soleri, la fidanzata di Damiano dei Maneskin, fa coming out: “Sono bisessuale”
Costume / Kanye West e Irina Shayk stanno insieme: le foto della coppia in vacanza in Provenza
Ti potrebbe interessare
Gossip / Jennifer Lopez e Ben Affleck di nuovo insieme: il video del bacio
Gossip / Giorgia Soleri, la fidanzata di Damiano dei Maneskin, fa coming out: “Sono bisessuale”
Costume / Kanye West e Irina Shayk stanno insieme: le foto della coppia in vacanza in Provenza
Gossip / “Me sto a sentì male”, la reazione della fidanzata di Damiano per la vittoria all’Eurovision
Gossip / Chef della Prova del Cuoco fa coming out: “Ora sono Chloe, donna transgender”
Costume / Chi è Giorgia Soleri, la fidanzata di Damiano dei Maneskin
Costume / Damiano dei Maneskin pubblica una foto con la fidanzata Giorgia Soleri: “Dopo 4 anni si può dire?”
Gossip / Stornello romano per Salvini e la fidanzata Francesca Verdini a Castel Gandolfo | VIDEO
Costume / Fedez e le “scarpe di Satana” con il sangue nella suola
Costume / Simona Ventura a TPI: “Vedo poco l’Isola dei Famosi, ho molti Webinar”