Ecco chi sono i primi bambini nati in Italia nel 2019

Di TPI
Pubblicato il 1 Gen. 2019 alle 10:00 Aggiornato il 12 Set. 2019 alle 09:06
0
Immagine di copertina

Primi nati 1 gennaio 2019 | Nascite | Capodanno | Italia

PRIMI NATI 1 GENNAIO 2019 – Per molte famiglie italiane, il 1 gennaio non ha coinciso esclusivamente con il Capodanno 2019. È stato infatti anche il giorno in cui è arrivata una nuova vita: un bambino o una bambina partoriti dalla madre proprio nel primo giorno del nuovo anno.

Il primo nato dell’anno è un bambino a Potenza

Appena un secondo dopo la mezzanotte il primo nato del 2019 a Potenza. Il piccolo Michele Lelario è venuto alla luce nell’ospedale “San Carlo” con un parto spontaneo allo scoccare dell’anno nuovo. Il bimbo, figlio di genitori potentini, pesa 4 chilogrammi e misura 50 centimetri.

Si chiama invece Antonio il primo nato del 2019 a Foggia. Il bimbo, che pesa 3 chili e 650 grammi, è nato un’ora dopo la mezzanotte nel reparto di ginecologia ospedaliera degli Ospedali Riuniti. Antonio è il primogenito di Carmela ed Emanuele.

È un maschietto il primo nato del nuovo anno a Roma. Si chiama Tancredi ed è venuto alla luce alla clinica Santa Famiglia di via dei Gracchi 50 secondi dopo lo scoccare della mezzanotte. Pesa 3 chili ed è il primo figlio per mamma Giulia, 34enne di Faenza.

Si chiama Sabrina la prima nata del 2019 in Sicilia, a Catania: è venuta alla luce dopo un parto a termine naturale un minuto dopo la mezzanotte. La bimba sta bene e pesa 2 chili e 910 grammi.

> QUI IN ITALIA NASCITE IN CALO COSTANTE

Secondo le stime dell’Unicef oggi, 1 gennaio 2019, nasceranno nel mondo circa 395.072 bambini. Di questi, un quarto solo in Asia Meridionale, mentre in Italia ne nasceranno circa 1.335.

Secondo le medie degli ultimi anni, Sydney darà il benvenuto a circa 168 bambini, Tokyo a 310, Pechino a 605, Madrid a 166, Roma a 89 e New York a 317.

Primi nati | 1 gennaio 2018

Lo scorso anno, i primi nati del 2018 sono stati soprattutto bambini di origine straniera. Dalla Calabria alla Liguria, passando per il Friuli-Venezia Giulia.

Nel Grande ospedale metropolitano di Reggio Calabria, ad esempio, la prima nata del 2018 si chiamava Harshita ed era di origine indiana. Nello stesso momento, all’ospedale di Lamezia Terme, nasceva Amir, da una famiglia di origini marocchine.

Bianca e Lucas, nati a Roma il 1 gennaio 2018, erano rispettivamente di origine moldava e filippina. Anche in Liguria, il primo nato dell’anno è stato un bambino di origine straniera, per la precisione dominicana: Dariel Cauto De la Cruz.

Gosten, nigeriano, è nato quella mattina a Sanremo, mentre a Pordenone è stato il turno di Amar, figlio di una coppia di macedoni.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.