Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 19:36
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Gossip

La prima foto della storia in cui sono presenti degli esseri umani

Immagine di copertina

È stata scattata a Parigi 179 anni fa dal francese Louis Daguerre, l'inventore della dagherrotipia, e la storia delle persone che vi sono ritratte è molto particolare

La prima foto che immortala esseri umani è stata scattata a Parigi 179 anni fa dal francese Louis Daguerre, l’inventore della dagherrotipia, il primo procedimento per lo sviluppo di immagini fotografiche.

Se ti piace questa notizia, segui TPI Pop direttamente su Facebook

La lastra, del 1838, mostra una veduta del Boulevard du Temple nella capitale francese, vicino Place de la République, con i caratteristici tetti parigini immediatamente riconoscibili. Si tratta, inoltre, della prima fotografia della città di Parigi mai scattata.

La strada sembra stranamente vuota, ma non deve stupire l’assenza apparente di persone: il dagherrotipo richiede infatti circa dieci minuti per lo sviluppo di una singola immagine.

Un lasso di tempo di esposizione così prolungato ha fatto si che tutto ciò che era in movimento in quel momento, e quindi anche le persone, non riuscisse ad essere fermato e catturato nello scatto. Gli unici soggetti che si sono fermati nello stesso punto abbastanza a lungo per rimanere nell’immagine sono quelli presenti nella lastra: un lustrascarpe e un suo cliente, posizionati all’angolo della strada.

Alcuni sostengono che il cliente fosse in realtà un assistente di Daguerre, mandato da quest’ultimo a farsi pulire le scarpe per tutto il tempo necessario ad essere incluso nello scatto. In ogni caso, si tratta dei primi due esseri umani al mondo ad essere mai stati fotografati.

Un ingrandimento che mostra il lustrascarpe con il cliente.

La tecnica del dagherrotipo prevedeva l’utilizzo di una lastra di rame su cui veniva applicato dell’argento reso sensibile alla luce attraverso dello iodio. L’immagine non era riproducibile e per vederla al meglio era necessario trovare la giusta inclinazione rispetto alla luce naturale.

Se questa notizia ti è piaciuta, abbiamo creato una pagina Facebook apposta per te: segui TPI Pop

Ti potrebbe interessare
Gossip / Massimo Boldi è di nuovo innamorato, lei ha 34 anni di meno: “Mi sfugge, si ritrae”
Gossip / Amedeo Goria e la fidanzata Vera Miales: “Facciamo l’amore 5 volte al giorno”
Gossip / La compagna del virologo Pregliasco: “Totalmente contraria al fatto che vada in tv, gli dico che è un pirla”
Ti potrebbe interessare
Gossip / Massimo Boldi è di nuovo innamorato, lei ha 34 anni di meno: “Mi sfugge, si ritrae”
Gossip / Amedeo Goria e la fidanzata Vera Miales: “Facciamo l’amore 5 volte al giorno”
Gossip / La compagna del virologo Pregliasco: “Totalmente contraria al fatto che vada in tv, gli dico che è un pirla”
Gossip / Jennifer Lopez e Ben Affleck di nuovo insieme: il video del bacio
Gossip / Giorgia Soleri, la fidanzata di Damiano dei Maneskin, fa coming out: “Sono bisessuale”
Costume / Kanye West e Irina Shayk stanno insieme: le foto della coppia in vacanza in Provenza
Gossip / “Me sto a sentì male”, la reazione della fidanzata di Damiano per la vittoria all’Eurovision
Gossip / Chef della Prova del Cuoco fa coming out: “Ora sono Chloe, donna transgender”
Costume / Chi è Giorgia Soleri, la fidanzata di Damiano dei Maneskin
Costume / Damiano dei Maneskin pubblica una foto con la fidanzata Giorgia Soleri: “Dopo 4 anni si può dire?”