L’incontro ravvicinato con l’orca assassina nei mari dell’Antartide (con sorpresa finale) | VIDEO

Protagonista dell'incontro è stata la scienziata Regina Eisert, esperta di mammiferi marini dell’Università di Canterbury

Di Cristiana Mastronicola
Pubblicato il 20 Feb. 2019 alle 19:29 Aggiornato il 12 Set. 2019 alle 03:56
0

Non si aspettava proprio di ritrovarsi faccia a faccia con un esemplare del genere e, invece, la scienziata Regina Eisert è diventata protagonista di un incontro a dir poco sensazionale: quello con una enorme orca assassina.

La scienziata, esperta di mammiferi marini dell’Università di Canterbury, si trovava sul bordo di un ghiacciaio nel Mare di Ross, la profonda baia situata in Antartide tra Terra della Regina Vittoria e Terra Marie Byrd, quando si è resa conto che di fronte a lei nuotava un’orca assassina.

Regina Eisert, tra i ghiacci dell’Antartide, era intenta a raccogliere campioni di balene su cui eseguire alcune biopsie, quando è stata avvicinata dall’enorme animale. “Quando mi sono accorta che c’era un’orca assassina, ho messo il mio bastone con la videocamera in acqua. E dopo pochi secondi il mammifero marino lo ha urtato. Poi è tornata alla carica e, aprendo la bocca, ha fatto fuoriuscire un pezzo di merluzzo. Come se volesse offrirmelo. È stata un’emozione speciale”, ha riferito la scienziata.

Il particolare incontro è avvenuto qualche giorno fa, mentre la dottoressa stava portando a termine i suoi ultimi lavori in Antartide per questa stagione, durante la quale la scienziata ha studiato le orche assassine di tipo C.

La Eisert nella regione sta studiando il numero di orche presenti e il loro stile di vita. La ricerca della scienziata è focalizzata in particolare sull’Area Marina Protetta della regione del Mare di Ross e su come le balene risentirebbero della pesca per nutrirsi. “Qui sto conducendo delle ricerche per aiutare a proteggere la regione del Mare di Ross e scoprire se le balene mangiano o no, e una di loro viene a mostrarmi che lo fa”, ha detto la scienziata.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.