Coronavirus:
positivi 88.274
deceduti 15.362
guariti 20.996

Nadia Toffa attaccata sui social per Natale: “Hai avuto il tuo dono: il cancro”

La conduttrice delle Iene è stata difesa da Rita Dalla Chiesa

Di Rossella Melchionna
Pubblicato il 27 Dic. 2018 alle 08:34 Aggiornato il 12 Set. 2019 alle 11:43
0
Immagine di copertina
Nadia Toffa

Nadia Toffa di nuovo nel mirino dei social a causa della sua malattia. La conduttrice de Le Iene, infatti, è stata attaccata su Twitter da un’utente che, dopo aver sostenuto di aver perso il padre e il marito per via del cancro, ha scritto: “Hai avuto il tuo dono: il cancro”. Il riferimento non solo va al Natale, ma anche alle dichiarazioni della Toffa di qualche tempo fa, quando era stata fraintesa e aveva poi spiegato che il tumore, per lei, non era affatto una fortuna.

La risposta della presentatrice del programma Mediaset, però, è arrivata subito: “Mi dispiace assai. Se avessi potuto scegliere, non lo avrei voluto. Il cancro è un mostro e lo sappiamo tutti. Ti auguro un buon Natale”. Dalla sua parte si è schierata anche la giornalista Rita Dalla Chiesa, che sul social network ha scritto con veemenza: “Non ho capito. O forse non voglio capire. Le spiace ripetere a me ciò che ha scritto a Nadia? Perché per la signora i doni sono solo quelli riciclati sotto l’albero. A me non importa di sembrarle squallida e cattiva. Mi importa che Nadia  e altre persone come lei non abbiano a che fare con battute poco sensibili come la sua. In un anno ho perso anche io due persone per colpa del cancro. So di cosa parlo”.

Nadia Toffa e la malattia

Quando aveva lanciato il suo libro nel settembre 2018, la conduttrice aveva scritto su Twitter di essere riuscita a trasformare “il cancro in un dono e un’opportunità” scatenando accese polemiche sui social. In un’intervista rilasciata al Corriere della Sera, però, Toffa ha spiegato che le sue affermazioni volevano essere un messaggio di positività.

“Non sono stata chiara: il cancro è una sfortuna e si batte con la chemioterapia. Ho cercato di trasformare questo accidente, che mai avrei voluto, in un’opportunità per riuscire a conviverci”, ha dichiarato.

Al quotidiano di via Solferino, la Iena parla del suo romanzo Fiorire d’inverno, in cui racconta la sua storia e la malattia che l’ha colpita.

“Quando scrivi un libro come il mio ci metti dentro tutta te stessa, parlandone è venuta fuori la mia natura più estroversa e ho deciso, inconsciamente, ma è un segnale, di far prevalere un messaggio positivo”.

“Purtroppo non tutti hanno colto — e ci sta che la mia comunicazione non sia stata immediatamente comprensibile — che per me non è il cancro a essere un dono, ma è una sfiga che ho saputo trasformare in un dono, cioè la forza che ha saputo tirarmi fuori. Ho cercato di trasformare quest’accidente che ovviamente mai e poi mai avrei voluto, in un’opportunità per riuscire a conviverci”, ha proseguito.

Nadia Toffa ha detto che con il suo messaggio voleva far intendere che “se ci sono riuscita io, ci può riuscire chiunque”, ma non ha nascosto di avere incontrato difficoltà: “Negli ultimi mesi ho avuto tanti alti e bassi a causa della malattia, il mio bollettino medico è in continuo aggiornamento. Ma sono alle Iene per fare altro, non per parlare del mio stato di salute”.

E non è stato facile vedere le opinioni sui social, come “leggere il commento di una donna che, nella foto profilo di Facebook, è teneramente abbracciata a due bambini e mi augura di morire perché non le piace quello che ho scritto”.

“Poi ci sono cose che almeno mi strappano un sorriso: c’è chi ha detto che mi sarei fatta un lifting perché sono gonfia… Beh, questa gente non conosce gli effetti collaterali delle terapie che sto facendo che in effetti qualche ruga me la tolgono, sempre per vedere tutto in positivo”, ha concluso.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.