“Quando è in erezione il mio pene è grande quanto un tappo di sughero. Ma so come fare godere le donne”

Di Marco Nepi
Pubblicato il 22 Mar. 2019 alle 20:29 Aggiornato il 12 Set. 2019 alle 03:17
0
Immagine di copertina

Per chi ha un micro pene l’erezione può essere un incubo. Chris convive con il suo micro pene da 53 anni.

L’uomo definisce il suo membro “della misura di un ditale da cucito. Quando è in erezione, è grande quanto un tappo di sughero”, ma non ne fa una tragedia e non si vergogna a raccontare della sua fisicità ai giornali o pubblicamente.

“Mi sono accorto di avere il micro pene a  6 anni, nello spogliatoio della piscina comunale. Era molto più piccolo rispetto a quello dei ragazzini della mia età. Non avevo idea delle implicazioni sessuali e sociali che questo avrebbe comportato, ma sapevo che era il segno fisico della mascolinità e quindi sentivo che qualcosa non andava. Pensavo che, crescendo, sarebbe cresciuto anche lui, invece oggi ha la stessa misura di allora”, sottolinea.

Durante l’adolescenza Chris era terrorizzato dalle sue dimensioni, ma il micro pene non ha fermato la sua vita sessuale: “So come far godere le donne, basta avere tanta inventiva”, spiega.

Certo, i primi appuntamenti non sono semplici: “Se dici a una donna che hai il pene piccolo, lei comparerà la misura ai partner precedenti e non sarà pronta. Il loro “piccolo” non equivale al mio”, confessa Chris.

L’uomo dal membro piccolissimo vede “il rapporto penetrativo come un dessert o un antipasto: c’è molto altro nello scambio fisico con le donne e consiglio a tutti, anche a chi ha un pene normale, di esplorarne le possibilità”.

> Trapianto del pene: ci sono stati tre casi al mondo. Ma quali sono i rischi psicologici?

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.