Coronavirus:
positivi 13.179
deceduti 34.954
guariti 194.928

Messner contro Jovanotti: “No al concerto a Plan de Corones”

Di Antonio Scali
Pubblicato il 7 Apr. 2019 alle 11:09 Aggiornato il 12 Set. 2019 alle 03:08
0
Immagine di copertina

Jovanotti, si sa, è uno dei cantanti italiani che più ama sperimentare e lanciarsi in nuove avventure. Per quest’estate il cantante ha progettato il suo “Jova Beach Party 2019“, che toccherà tutte le più belle spiagge italiane.

Con un’unica eccezione. La cima di Plan de Corones in Alto Adige, a 2275 metri d’altezza. Un luogo sicuramente mozzafiato e suggestivo per un concerto indimenticabile. Ma non tutti sono favorevoli a questa tappa del tour.

In particolare a scagliarsi contro Jovanotti è stato addirittura Reinhold Messner, storico alipinista: “Non posso vietarlo, ma lo farei se potessi”, secondo Messner, infatti, un simile spettacolo “non ha senso in montagna, lo si dovrebbe fare altrove”.

L’alpinista ha poi aggiunto: “Non giudico Jovanotti come artista, non lo conosco bene – dice Messner – ma mi sembra insensato fare un concerto in cima alla nostra montagna d’estate. Semplicemente perché non è una cosa necessaria. Se fossi l’unico proprietario di Plan de Corones, non autorizzerei mai né tantomeno organizzerei un concerto di questo tipo. Sto provvedendo a comunicare il mio disappunto alle funivie del comprensorio Kronplatz”.

Per Messner “in montagna si va a cercare il silenzio, io mi batto per questo, per la difesa delle nostre montagne anche da un approccio sbagliato. Con il mio museo ho cercato di portare qui sulla vetta dell’altopiano la cultura della montagna, non le masse rumorose”.

“Il problema è che a Plan de Corones si vogliono copiare eventi simili che hanno avuto successo in altre località turistiche montane – aggiunge Messner – ma così la montagna viene snaturata. Come con la moda delle piattaforme di vetro che permettono di vedere l’abisso sotto i propri piedi. Si è cominciato con la Skywalk nel Grand Canyon e si sono diffuse un po’ ovunque sulle montagne. L’abisso lo puoi capire solo quando sei esposto veramente, in quel modo invece si commercializza e si strumentalizza la montagna. Questo concerto porta inquinamento acustico e una presenza eccessivamente invadente. Non è necessario”.

La critica di Messner non è l’unica contro il tour di Jovanotti. È già stata cancellata infatti la data prevista sulla spiaggia di Ladispoli, per evitare di mettere a rischio la riproduzione di una specie di uccello in pericolo, il fratino, che nidifica in un’area naturale protetta proprio in quelle zone.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.