Cosa c’è dietro i problemi di Meghan Markle con lo staff?

La duchessa di Sussex è stata investita da critiche nelle ultime settimane. L'accusa è quella di essere sgarbata e autoritaria con lo staff. Ma cosa c'è di vero?

Di Cristiana Mastronicola
Pubblicato il 12 Dic. 2018 alle 13:24 Aggiornato il 12 Set. 2019 alle 11:49
0
Immagine di copertina
Meghan Markle. Credit: Getty Images

Ormai da settimane si parla della duchessa di Sussex e dei suoi problemi con lo staff. I tabloid britannici ne hanno dette di tutti i colori sull’atteggiamento di Meghan Markle a palazzo. Addirittura la duchessa è stata definita come “dispotica” ed “esigente” con i suoi collaboratori.

Quest’immagine di Meghan è stata alimentata anche dagli ultimissimi fatti di cronaca, che hanno visto alcuni membri dello staff presentare le dimissioni, girare i tacchi e lasciare Buckingham Palace. Su tutti, i nomi più chiacchierati sono stati quelli della segretaria privata Melissa Touabti e della storica collaboratrice reale Samantha Cohen. Ma che cosa c’è di vero su quello che è stato detto?

Per quanto riguarda la signora Cohen, sappiamo però che già durante l’estate aveva comunicato che avrebbe voluto lasciare il suo ruolo. Era entrata nella vita dei reali britannici 17 anni fa, quando, per caso, aveva risposto all’annuncio di lavoro come collaboratrice reale. Ora, però, Samantha sente l’esigenza di cambiare vita e, anzi, tornare a quella precedente, volando in Australia, sua terra natale.

Avrebbe dovuto lasciare Buckingham Palace nei mesi caldi del 2018, ma aveva accettato di restare ancora qualche mese proprio per la gravidenza della duchessa di Sussex. Se si fosse trovata male con Meghan, di certo non avrebbe prolungato ancora la sua permanenza nel Regno Unito.

A proposito di Melissa Touabti, invece, alcuni tabloid, come il Daily Mail, avevano scritto a grandi pagine che Meghan Markle avrebbe messo talmente tanta pressione sulla donna nella fase pre-matrimoniale, da farla scoppiare a piangere. Ovviamente da palazzo non ci sono stante smentite, ma sarebbe stato assurdo anche il contrario. Qualsiasi parola detta a proposito di una voce del genere avrebbe generato il putiferio.

Una smentita da corte, però, è arrivata ed è stata quella per un presunto litigio tra cognate. “Loro lavorano per me, non sei autorizzata a rivolgerti così”, avrebbe detto la duchessa di Cambridge a Meghan. “Questo fatto non è mai accaduto”, hanno replicato fermi da palazzo. Un portavoce reale ha sottolineato, anzi, come Meghan sia sempre cortese e gentile con il personale di Kensington Palace e staff.

“Ho conosciuto tante persone che hanno lavorato con la duchessa e non ho mai sentito una parola scortese nei suoi confronti”, ha detto a Us Weekly l’esperto di affari reali Omid Scobie. “Anzi, spesso apprezzano l’energia che mette nelle questioni”.

Insomma, sarebbero solo voci tese a mettere in cattiva luce la duchessa, che, invece, non può che farsi apprezzare a corte e fuori.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.