Covid ultime 24h
casi +16.310
deceduti +475
tamponi +260.704
terapie intensive -2

Due mamme si lanciano in Suv da una scogliera con i sei figli adottivi che avevano drogato: tutti morti

Di Antonio Scali
Pubblicato il 7 Apr. 2019 alle 14:10 Aggiornato il 12 Set. 2019 alle 03:08
0
Immagine di copertina

Due mamme e sei figli adottivi. Tutti tragicamente morti. A causare il decesso non un incidente, ma un macabro caso di omicidio-suicidio. Le otto persone, infatti, sono morte precipitando da una scogliera a bordo di un Suv.

Un episodio calcolato e voluto dalle due donne, che hanno drogato i loro figli adottivi prima di lanciarsi con la propria auto da una scogliera. La tragedia è avvenuta a Mendocino, in California.

Che si sia trattato di omicidio-suicidio lo ha confermato l’inchiesta della magistratura. I corpi di cinque delle otto vittime sono stati ritrovati sul luogo dello schianto, mentre per gli altri tre non sono mai stati recuperati.

I figli, di età compresa tra i 12 e i 19 anni, sono stati drogati con 19 dosi di Benadryl. Sul cellulare di una delle donne, sono state trovate le seguenti macabre ricerche: “500mg di Benadryl possono uccidere una donna di 120 libbre?”, “La morte per annegamento è relativamente indolore?” e “Ci vuole tanto per morire di ipotermia nell’acqua mentre si annega in una macchina?”.

Le due madri erano già state più volte segnalate per abusi sui minori. A scatenare il folle gesto, secondo gli investigatori, potrebbe essere stata una visita dei servizi sociali.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.