Covid ultime 24h
casi +10.497
deceduti +603
tamponi +254.070
terapie intensive -57

Luxuria e Manila Gorio contro Irama per il verso su “quel trans”: “La canzone va bandita dalle radio”

Di Cristiana Mastronicola
Pubblicato il 1 Apr. 2019 alle 08:17 Aggiornato il 12 Set. 2019 alle 03:11
0
Immagine di copertina
Luxuria; Irama; Manila Gorio

Vladimir Luxuria ha chiesto che le radio non trasmettano la canzone Stanotte di Irama. Sotto ai riflettori finisce un verso del pezzo del rapper che parla dell’aggressione a un trans: “Voglio chiudermi in un bar. Poi spogliarti sulla metro. Fare a pugni con quel trans”. La frase era già finita al centro dell’attenzione, ma Irama aveva fermamente respinto le accuse di omofobia.

Stavolta, però, la questione si fa più seria, perché spunta la testimonianza di “quel trans”. Su Instagram, Manila Gorio, conduttrice televisiva e modella transessuale, denuncia un’aggressione subita a Milano qualche anno fa. Protagonista proprio il rapper insieme a un gruppo di amici.

“Ricordo ancora quella sera a Milano caro Irama dove insieme al tuo gruppetto di amici mi avete deriso e aggredita di parole.. la tua canzone ricordando quel vostro gesto ignobile dovrebbe essere bandita da ogni diffusione. Faccio appello affinché Irama mi faccia le sue scuse e corregga il testo della sua canzone che cita ‘quel trans’ bene quel trans ha un nome, una dignità, una storia! Quel trans come ti sei divertito a cantare sono io!”, scrive arrabbiata Manila.

luxuria manila gorio contro irama
Il post di Manila Goro su Intagram

“Non è bello che in album che si intitola Giovani e che ai giovani è rivolto, si citi nell’elenco di cose di fare in una serata, fare a pugni con quel trans”, ha detto Vladimir Luxuria. “Eppure Irama sembra un artista molto sensibile e in un momento come questo, dove al Congresso della Famiglia ci dicono che ci dobbiamo curare o che andremo all’inferno, forse bisognerebbe avere più cura dei messaggi che si lanciano. Perché poi i fan quelle parole si trovano a cantarle in coro durante un concerto. Tutti insieme a fare a pugni con quel trans”. E ha continuato ancora: “Non vorrei che qualcuno prendesse alla lettera quelle parole, perché di episodi di violenza contro i trans già ce ne sono molti”.

Luxuria a TPI sul Congresso delle Famiglie: “Riunione di fascisti e integralisti che vogliono leggi liberticide”

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.