Covid ultime 24h
casi +24.099
deceduti +814
tamponi +212.714
terapie intensive -30

Game of Thrones, una nuova macabra teoria sull’origine degli Stark potrebbe essere decisiva nell’ultima stagione

Una recente fan theory sostiene che Casa Stark discenda direttamente dagli Estranei. La prova? Si trova nei libri di Martin

Di Anna Ditta
Pubblicato il 28 Feb. 2019 alle 16:18 Aggiornato il 12 Set. 2019 alle 03:50
0
Immagine di copertina
Sansa, Arya e Bran Stark

L’ottava stagione di Game of Thrones sta arrivando, e con essa anche la battaglia finale tra i vivi e l’esercito degli Estranei, capitanato dal Re della Notte. A fronteggiarli ci saranno i membri delle casate principali di Westeros: Cersei e Jaime Lannister, Daenerys Targaryen e, soprattutto, i fratelli Stark.

Con l’avvicinarsi della stagione conclusiva del Trono di Spade, prendono sempre più piede alcune fan theories, le teorie messe a punto dagli amanti della saga ideata da George R. R. Martin, che provano a indovinare cosa potrebbe accadere nella prossima stagione.

Una delle ultime teorie elaborate dai fan e diffuse in rete, riguarda proprio la famiglia Stark: Ned e i suoi figli discenderebbero direttamente dagli Estranei. Sì, proprio dai nemici che rischiano di distruggere Westeros nell’ultima – decisiva – stagione.

A diffondere per primo questa teoria è stato un video pubblicato sul canal Youtube Alt Shift X, specializzato sulle analisi di Game of Thrones.

Le prove di questo legame sarebbero proprio nei libri di Martin, da cui è nata la serie televisiva. Mettendo insieme i pezzi, sembra effettivamente che la teoria possa avere un senso. Ma andiamo con ordine.

Nei romanzi si racconta che gli Stark hanno avuto origine da Brandon il Costruttore, che dopo aver battuto gli Estranei insieme ai Primi Uomini e ai Figli della Foresta durante “la Grande Notte”, ha deciso di ergere la Barriera a protezione dalle minacce del nord, e di costruire Grande Inverno, il castello degli Stark.

Non molto tempo dopo la costruzione della Barriera, uno degli eredi di Brandon noto come “il Re della Notte” (un personaggio completamente distinto da quello della serie) ha preso il potere dal 13esimo Lord Comandante dei Guardiani della Notte, una specie di monaci-guerrieri incaricati di proteggere la Barriera.

Il dettaglio interessante è che, secondo la leggenda, il Re della Notte aveva una moglie “la cui pelle era bianca come la luna e gli occhi come stelle blu”. Ai fan della serie questa descrizione ricorderà qualcosa: sembra proprio quella di un’Estranea.

Il Re della Notte (quello del libro, discendente da Brandon il Costruttore) e sua moglie avrebbero più volte fatto dei sacrifici agli Estranei, e per questo motivo sarebbero stati infine uccisi dagli altri Stark.

Secondo la teoria espressa nel video, Brandon il Costruttore avrebbe ucciso il suo discendente e la sua moglie Estranea, ma non sarebbe riuscito a fare la medesima cosa con loro figlio, che avrebbe deciso di crescere segretamente come fosse suo.

Se questo fosse vero, gli Stark nati successivamente da questo bambino avrebbero nelle loro vene del sangue di Estranei.

Questo spiegherebbe molti dettagli presenti anche nella serie televisiva: gli Stark sembrano sopportare molto bene il freddo, al contrario delle altre famiglie dei Sette Regni, e il loro motto (l’Inverno sta arrivando) potrebbe essere più di un avvertimento.

Inoltre, l’idea di un figlio di qualcuno cresciuto come proprio è già presente nella serie in riferimento al personaggio di Jon Snow, nato da Lyanna Stark con Rhaegar Targaryen, ma cresciuto dallo zio Ned come fosse un suo bastardo, per proteggerlo dalla furia del re Robert Baratheon.

Se la fan theory fosse corretta, Jon Snow sarebbe discendente non solo dagli Stark e dai Targaryen, ma anche dagli Estranei, e questo potrebbe dargli ulteriori poteri: il fuoco dei Targaryen e il ghiaccio dei nemici oltre la barriera, concentrati in un unico personaggio.

La teoria, inoltre, potrebbe essere cruciale per la risoluzione dell’ottava stagione: rendere “più umani” gli Estranei, rintracciando un collegamento con gli Stark, potrebbe essere la chiave per ripristinare la pace.

Resta comunque il fatto che lo Stark chiamato nel libro “il Re della Notte” non è mai stato menzionato nella serie tv e che la coincidenza del nome con quello del principale antagonista potrebbe causare confusione tra gli spettatori, per cui forse per questo gli sceneggiatori David Benioff e D.B. Weiss potrebbero aver deciso semplicemente di omettere questa storia, ritenuta secondaria e quindi difficilmente decisiva nell’ultima stagione.

Ma, come fa notare il sito Screen Rant, specializzato in film e serie televisive, non è scontato che nei libri di Martin – ancora lontani dal finale – succeda lo stesso.

Leggi anche: “Game of thrones”, Gwendoline Christie sul finale dell’ottava stagione: “Vi affiderete a uno psicoterapeuta”

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.