Ellen Page: “Il coming out è stato una liberazione. Prima soffrivo di attacchi di panico e sfioravo una donna in pubblico”

Di Redazione TPI
Pubblicato il 18 Feb. 2019 alle 13:33 Aggiornato il 12 Set. 2019 alle 08:04
0
Immagine di copertina
Credit: Afp/Getty

Aveva incantato il pubblico con Juno e si era guadagnata una nomination agli Oscar come migliore attrice protagonista. Adesso è tornata sugli schermi con The Umbrella Academy, una nuova serie targata Netflix in dieci puntate tratta dalla graphic novel di Gerard Way, e Gabriel Ba, e creata da Steve Blackman. Nella fiction, Page interpreta il personaggio di Vanya, ovvero “numero sette”, l’unico membro di una famiglia di super-eroi a non possedere abilità eccezionali. Una donna considerata ordinaria, ostracizzata dalla famiglia che, per emergere nella sua specificità, inizia suonare il violino già da bambina.

In un’intervista rilasciata alla testata britannica Metro, Page racconta la sue relazioni sentimentali prima del momento del coming out, avvenuto nel 2016 all’età di 26 anni. Una data che ha segnato uno spartiacque e una scelta che l’ha spinta a vivere liberamente la sua sessualità.

“Ero una ragazza molto chiusa, facevo in modo che le donne che frequentavo lasciassero la mia casa attraverso uscite secondarie o le costringevo a nascondersi nei bagni degli hotel quando arrivava il servizio in camera… Prima di compiere 27 anni a malapena sfioravo riuscivo a sfiorare una donna in pubblico”, ha raccontato l’attrice.

Ora attivista per di diritti Lgbt e sposata con la ballerina Emma Portner, l’artista ha raccontato di avere sofferto per anni di attacchi di panico, finiti solo quanto ha deciso di fare coming out: “È stato un enorme sollievo: in quel periodo non ero per niente in forma, ho avuto moltissimi problemi e ho sofferto spesso di attacchi di panico. Facendo coming out tutto è migliorato, d’improvviso”.

“Per anni sono stata costretta a nascondere la verità. Per anni mi sono sentita dire che se avessi dichiarato di essere gay la mia carriera sarebbe finita”, ha raccontato.

The Umbrella Academy – La nuova serie lanciata sulla piattaforma di streaming online Netflix è tratta dal fumetto ideato nel 2008 da Gerard Waynelm, il rocker della band My Chemical Romance, ed è disegnato dal brasiliano Gabriel Bà.

Uno il punto di partenza: nello stesso giorno del 1989, 43bambini nascono senza alcuna apparente spiegazione da 43 donne non collegate tra loro e che non erano in stato di gravidanza fino al giorno prima.Un eccentrico miliardario, Reginald Hargreeves, adotta sette bambini e crea l’Umbrella Academy, formandoli per salvare il mondo.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.