Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 06:14
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Gossip

Perché è considerato ancora pericoloso per le donne viaggiare da sole?

Immagine di copertina

Esiste ancora una tendenza sessista a biasimare le viaggiatrici che amano girare il mondo in solitudine

Viaggiare da soli: un’attività considerata normale per gli uomini, ma che si presta ancora a pregiudizi di natura sessista per le donne.

Se ti piace questa notizia, segui TPI pop direttamente su Facebook

La figura della viaggiatrice viene spesso ricondotta a stereotipi di genere, come quello della “femmina affascinante e avventurosa”.

Nell’agosto del 2016, due ragazze argentine di 21 e 22 anni, María José Coni e Marina Menegazzo, erano in viaggio in Ecuador e sono state uccise da due ragazzi del posto che si erano offerti di ospitarle per la notte.

Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

Immediatamente dopo la notizia della loro morte si è sollevata un’ondata di commenti: la maggior parte non riguardava la brutalità con la quale le ragazze erano state uccise, quanto il fatto che “viaggiassero da sole”.

La studentessa paraguaiana Guadalupe Acosta ha allora pubblicato un post su Facebook, che è stato condiviso più di 730 mila volte,  dove evidenziava l’assurda legittimazione, in quei commenti, di domande sulle ragazze argentine come: “Quali vestiti indossavano?” oppure “Dove si trovavano?”.

Un’altra conseguenza del clamore mediatico suscitato dall’omicidio delle due ragazze argentine è stato l’hashtag #viajosola, viaggio sola, che ha spopolato su Twitter, dove sono state pubblicate frasi come questa: “Viaggiare è libertà. La libertà non ha genere”.

Negli ultimi anni sono nate diverse app che forniscono alle donne che amano viaggiare da sole informazioni attendibili e itinerari dettagliati. È il caso, ad esempio, di Pink Pangea. Nata nel 2009, oggi è una community che raccoglie dettagli e storie di viaggio di donne da tutto il mondo.

Tutti i viaggiatori devono prendere delle precauzioni, a prescindere da età e sesso. Qualunque tentativo di circoscrivere la libertà di movimento delle donne sulla base di un principio di genere continua ad alimentare la convinzione, errata, che la violenza contro di loro sia inevitabile e scontata.

Se questa notizia ti è piaciuta, abbiamo creato una pagina Facebook apposta per te: segui TPI Pop

Ti potrebbe interessare
Gossip / Franco Oppini, la confessione hot: “Il mio segreto con Ada Alberti? Facciamo l’amore otto ore al giorno”
Gossip / Gli insulti alla moglie italiana di Morata dopo la partita contro la Spagna
Gossip / “Can Yaman furioso”, “Diletta Leotta lo trattiene”: cos’è successo davvero in Turchia | VIDEO
Ti potrebbe interessare
Gossip / Franco Oppini, la confessione hot: “Il mio segreto con Ada Alberti? Facciamo l’amore otto ore al giorno”
Gossip / Gli insulti alla moglie italiana di Morata dopo la partita contro la Spagna
Gossip / “Can Yaman furioso”, “Diletta Leotta lo trattiene”: cos’è successo davvero in Turchia | VIDEO
Gossip / Massimo Boldi è di nuovo innamorato, lei ha 34 anni di meno: “Mi sfugge, si ritrae”
Gossip / Amedeo Goria e la fidanzata Vera Miales: “Facciamo l’amore 5 volte al giorno”
Gossip / La compagna del virologo Pregliasco: “Totalmente contraria al fatto che vada in tv, gli dico che è un pirla”
Gossip / Jennifer Lopez e Ben Affleck di nuovo insieme: il video del bacio
Gossip / Giorgia Soleri, la fidanzata di Damiano dei Maneskin, fa coming out: “Sono bisessuale”
Costume / Kanye West e Irina Shayk stanno insieme: le foto della coppia in vacanza in Provenza
Gossip / “Me sto a sentì male”, la reazione della fidanzata di Damiano per la vittoria all’Eurovision