Il Divino Otelma accusa l’Isola dei Famosi: “Mi hanno sequestrato in Honduras”. E interviene Barbara D’Urso

Il mago accusa la produzione Mediaset di sequestro di persona: ferito, la redazione l'ha trattenuto sull'Isola

Di Cristiana Mastronicola
Pubblicato il 19 Feb. 2019 alle 13:36 Aggiornato il 12 Set. 2019 alle 08:00
0
Immagine di copertina
Divino Otelma. Credit: Getty Images

“Mi sono sentito sotto sequestrato in Honduras”. Il Divino Otelma non le manda a dire e, ospite di Domenica Live, sputa veleno contro la produzione del programma di Canale 5. Il mago – occhio a non chiamarlo così in sua presenza, potrebbe seriamente alterarsi – ospite di Barbara D’Urso ha ricordato il particolare episodio di cui è stato protagonista durante la seconda puntata dell’Isola dei Famosi.

Il Divino ha perdonato la showgirl Francesca Cipriani che l’ha spinto durante la prova ricompensa, ma non ha perdonato affatto la produzione. In testa, Otelma ha nove punti di sutura per quella caduta. In più, rivela che aveva consegnato alla Cipriani una lettera da consegnare nelle mani di Barbara D’Urso in cui si leggeva che il mago si era sentito “prigioniero” in Honduras.

Senza giri di parole, il Divino Otelma ha fatto intendere di essersi sentito vittima di un sequestro di persona nel momento in cui, ferito, non ha potuto prendere un volo e tornare in Italia.

“Francesca, ti prego di dire a tutti che mi sento come prigioniero in stato di sequestro di persona. Ho chiesto più volte di rientrare in Italia e mi è stato negato. Lo chiedo ancora, fallo sapere a mia sorella, al mio assistente, a tutti. Salvami”, si leggeva nella lettera.

La padrona di casa, allora, ha chiesto spiegazioni al mago e lui ha rivelato che, dopo la caduta, è stato rinchiuso in un luogo, senza il suo consenso. “Il contenuto è serio”, ha detto Barbara D’Urso, “affermi di essere stato posto sotto sequestro. Sono accuse gravi verso la produzione”.

Lui non ha negato tutto e ha rincarato la dose: “Me ne prendo tutte le responsabilità, non faccio un passo indietro e confermo tutto. Per una serie di ragioni e per come siamo stati trattati dico che siamo stati posti sotto sequestro, ad esempio il non poter comunicare con la sorella”.

“La lettera, che poi sono appunto poche righe, l’abbiamo scritta noi. La rivendichiamo integralmente, parola per parola. Non siamo pentiti di averla scritta. Semmai dovessimo ricapitare in una situazione di quel genere, sicuramente ne scriveremmo un’altra”, ha aggiunto il Divino Otelma, parlando al plurale di sé come suo solito.

Barbara D’Urso allora ha fatto notare che i concorrenti del reality non hanno alcuna possibilità di comunicare col mondo esterno. La risposta non è piaciuta al mago: “Noi non eravamo più concorrenti dell’isola perché il dottore ha detto subito a noi e a tutti che noi, in quelle condizioni, non potevamo assolutamente fare il naufrago, quindi il discorso era chiuso. Dopo i 9 punti ci era stato detto semplicemente di aspettare, però senza precisare con chiarezza  cosa avremmo dovuto aspettare. Siamo stati collocati in un posto, piuttosto squallido, in Honduras”.

A stranire il concorrente dell’Isola è stata la reazione della produzione, che non ha permesso subito al mago di tornare a casa, ma anzi l’ha fatto stazionare in un luogo a lui sconosciuto in attesa di altre direttive.

In studio Francesca Cipriani si è scusata ancora con il Divino: “Chiedo ancora scusa perché non era mia intenzione… Neanche una zanzara riesco ad ammazzare, quindi davvero c’è stima e affetto. Mi prendesse un fulmine qui a Domenica Live. Lungi da me l’idea di fare del male nemmeno ad una zanzaretta in casa”.

Ma gli animi si sono accesi, quando in studio il Divino Otelma si è scontrata con Vladimir Luxuria. Luxuria, scherzando con il mago, ha detto sorridendo che il Divino forse aveva sbattuto la testa già da piccolo, ma lui non l’ha presa bene e ha risposto a tono all’ex parlamentare: “Noi abbiamo l’impressione che la botta in testa l’abbia presa tu, Luxuria”. E ancora: “Tu sei comunista, e noi siamo anticomunisti”.

Ma lo scontro è continuato, quando Luxuria ha provato a interrompere il mago. Lui, di tutta risposta, incattivito dallo scontro precedente, ha detto: “Taci, brutta comunista inviperita”. E lei, sempre scherzando: “Comunista sì, brutta no!”.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.