Covid ultime 24h
casi +10.874
deceduti +89
tamponi +144.737
terapie intensive +73

La classifica delle città in cui si vive meglio: ci sono anche due italiane

Milano è 41esima, Roma 56esima e supera a sorpresa Osaka e Los Angeles

Di Beatrice Tomasini
Pubblicato il 20 Mar. 2019 alle 14:50 Aggiornato il 12 Set. 2019 alle 03:19
0
Immagine di copertina
La classifica è stata stilata da Mercer

Sognate di cambiare città e di trovare la vostra dimensione ideale? Allora preparate i bagagli e comprate un biglietto di sola andata per Vienna. La capitale austriaca è arrivata in testa, ancora una volta, alla classifica “Mercer Quality of Living” che indica le città con la più alta qualità della vita su 230 analizzate.

È il decimo anno consecutivo che la città del “Danubio blu” vince questo titolo assegnato dalla società di consulenza aziendale Mercer, tra le più accreditate per le ricerche di questo tipo. Al secondo posto si posiziona Zurigo (Svizzera) e a seguire Vancouver, Auckland e Monaco a pari merito.

La società con base a New York, come ogni anno, per stilare la classifica prende in considerazione i seguenti dieci parametri: assistenza sanitaria, istruzione, panorama culturale e sociale, stabilità politica, indice di criminalità, libertà personali, situazione abitativa, ambiente naturale, verde e trasporti pubblici.

E le italiane? A sorpresa Milano batte New York e Barcellona posizionandosi in 41esima a pari merito con la capitale della Gran Bretagna. “Mentre Londra sopravanza Milano per il dinamismo economico – spiega Matteo Tamburini, Global Mobility Practice Leader per Mercer Italia – il nostro database evidenzia che offre minore sicurezza dal punto di vista della stabilità politica e sociale nel medio-periodo.

Si tratta di scostamenti minimi, ma che rendicontano il clima di insicurezza legata a Brexit, il cui perimetro normativo in riferimento alla popolazione degli expat, è ancora lungi dall’essere definito con chiarezza”.

Roma invece si posiziona al 56esimo posto: un dato che sorprende se a seguire ci sono città come Osaka (58/esima), Los Angeles (66/esima) e Hong Kong (71/esima). La capitale italiana non riesce ad avere la meglio su Milano per via delle condizioni del trasporto pubblico giudicate non all’altezza.

Il trionfo di Vienna, invece, si deve alla sua tradizione culturale, all’ottimo funzionamento del sistema sanitario, il livello alto della scuola pubblica, i prezzi contenuti di case e affitti, la bassa densità demografica e il basso tasso di criminalità.

Qualità della vita 2018: la classifica delle città italiane in cui si vive meglio

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.